Varese, Lega: “Allarme sicurezza nelle stazioni, il vicesindaco Zanzi si dimetta”

Il Carroccio duro contro l'amministrazione dopo che ieri la Polfer ha fermato un nordafricano sporco di sangue e armato di coltello nel sottopasso.

Varese, Lega: “Allarme sicurezza nelle stazioni, il vicesindaco Zanzi si dimetta”
Varese, 10 Gennaio 2020 ore 18:10

Varese, allarme sicurezza alle stazioni. La Lega: “Evidente il fallimento dell’amministrazione del PD. Ora ci aspettiamo le dimissioni di Zanzi”

Varese, nordafricano semina il panico nel sottopasso

Attimi di vero terrore, quelli vissuti da alcuni passanti che ieri pomeriggio, giovedì 10 gennaio, si sono trovati davanti a un 35enne nordafricano, in evidente stato confusionale, con un coltello in mano e sporco di sangue. E’ avvenuto nel sottopasso pedonale delle stazioni, dove il personale della Polfer è rapidamente intervenuto per bloccare l’uomo successivamente soccorso da un’ambulanza.

La Lega: “Area sempre più degradata”

Un fatto che diventa subito base per un attacco da parte della Lega. “Quello che è successo ieri nella zona delle stazioni di Varese non è concepibile – commentano l’onorevole leghista Matteo Bianchi e il consigliere comunale Marco Pinti – Esiste un’emergenza sicurezza, in un’area che negli ultimi anni è andata progressivamente verso un sempre maggiore degrado, alla quale l’amministrazione comunale del PD non è riuscita a porre un freno”. 

“Pd e 5 Stelle hanno detto No a fondi per la Polizia”

Da Varese a Roma, dal governo cittadino a quello nazionale: “La Lega – sottolinea Bianchi – nella Legge di Bilancio ha chiesto di inserire più fondi per le assunzioni di nuovi agenti di Polizia, così da aumentare le dotazioni delle Questure delle aree urbane. Una richiesta bocciata dalla maggioranza PD-Cinquestelle.  Oggi, purtroppo, a seguito dell’evento accaduto a Varese, risulta ancora più evidente come sia estremamente necessario che il Governo sviluppi azioni per dare strumenti adeguati alle Forze dell’Ordine, alle quali va il nostro plauso per le azioni che riescono a portare a buon fine, nonostante le difficoltà in cui sono costrette a lavorare”.

Il Carroccio chiede la testa di Zanzi

Ci chiediamo in ogni caso – prosegue Bianchi – se l’amministrazione comunale abbia sviluppato dei ragionamenti insieme alla Questura e agli altri organi preposti per gestire l’area delle stazioni in maniera più adeguata. Riteniamo infatti che il primo presidio del territorio cittadino debba essere rappresentato dalle forza di Polizia Locale, che forse la giunta del PD non sa utilizzare al meglio”.
“Appare del tutto evidente l’assenza della Giunta Galimberti sul tema della sicurezza in un’area sempre più problematica – spiega il consigliere Marco Pinti – mentre si riempiono la bocca parlando di grandi progetti, non si rendono conto di quello che sta avvenendo in città, del degrado che ormai caratterizza non solo l’area delle stazioni, fortemente peggiorata in questi ultimi tre anni, ma le zone del centro attigue. Sulla sicurezza, a pochi mesi dalla fine  l’amministrazione comunale ha fallito – conclude Pinti – e l’unico atto di responsabilità che si possa fare per il bene della Città consiste nel ricevere le dimissioni dell’assessore alla Polizia Locale, il Vicesindaco Daniele Zanzi”.

LEGGI ANCHE: Saronno e la (mancata) sicurezza cittadina: le parole di Indelicato