Politica

Vaccini ai bambini, Peluffo (PD): "Salvini e Meloni allineati ai No Vax, Regione si dissoci"

Il segretario regionale dem: "Davvero vergognosa la disinformazione che portano avanti sulla pelle dei cittadini"

Vaccini ai bambini, Peluffo (PD): "Salvini e Meloni allineati ai No Vax, Regione si dissoci"
Politica Varese, 09 Febbraio 2022 ore 14:13

Una doppia "strizzatina d'occhio" al mondo No Vax, quella di Matteo Salvini e Giorgia Meloni, leader rispettivamente di Lega e Fratelli d'Italia, secondo il Segretario del Pd Lombardo Vinicio Peluffo: i due esponenti del centrodestra hanno infatti dichiarato di non aver fatto vaccinare i propri figli.

Niente vaccini ai figli, Peluffo attacca Salvini e Meloni

"No. Sono scelte che spettano a mamma, papà e pediatri non sono certo di dibattito politico". Così questa mattina, 9 febbraio, Salvini rispondeva a una domanda su The Breakfast Club, trasmissione mattutina di Radio Capital, alla domanda se avesse o meno faccio vaccinare sua figlia. Una presa di posizione che segue quella fatta ieri da Giorgia Meloni: "Non vaccino mia figlia perché il vaccino non è una religione, ma una medicina, quindi valuto i rapporto rischi-beneficio". La donna la comando di Fratelli d'Italia aveva aggiunto che "le possibilità che un ragazzo muoia di covid sono le stesse che uno muoia colpito da un fulmine" (incassando via Twitter una smentita dal virologo Roberto Burioni coi dati USA, 28 morti per fulmini tra il 2020 e il 2021 e 900 morti under 18 per il Covid).

Due dichiarazioni che "stonano" però con gli appelli lanciati anche dalla Regione Lombardia (dove i due partiti siedono in maggioranza) e che secondo il segretario del Pd regionale Vinicio Peluffo non sono altro che un occhiolino e una lisciata di pelo al mondo No Vax:

"In queste ore almeno un punto in comune Salvini e Meloni l’hanno trovato: hanno deciso di non vaccinare i figli sposando le teorie no vax. E si sono preoccupati di farlo sapere a tutti gli italiani. Non quindi un segreto carpito, una violazione della privacy, ma una notizia data appositamente a tutti i mezzi di informazione. Scientemente Lega e Fratelli d’Italia hanno strumentalizzato un tema così delicato, come le vaccinazioni ai minori, in un momento ancora così fragile per il Paese, e soprattutto per una regione come la Lombardia che ha pagato un prezzo altissimo in termini di decessi per colpa del Covid. Evidentemente per Salvini e Meloni i calcoli politici vengono prima della salute dei cittadini".

"Cosa farà Regione?"

Il segretario dem si chiede ora che posizione prenderà, se ne prenderà una, la Regione guidata da Attilio Fontana: "Prenderà le distanze da simili posizioni no vax? Si dissocerà da chi prova a boicottare la campagna vaccinale?".

"Al netto delle legittime preoccupazioni e delle libertà personali dei genitori, che comunque non credo possano prescindere dalle responsabilità collettive, siamo profondamente grati alla scienza che ci ha fornito i vaccini per uscire da questa tremenda pandemia e siamo ancora più riconoscenti nei confronti di tutte quelle madri e quei padri che si sono affidati ai medici e hanno deciso di proteggere i loro figli - conclude Peluffo - Nell’interesse in primis dei bambini, che così potranno affrontare i prossimi mesi con più serenità e tornare a recuperare quella socialità che per due anni è stata spesso negata. L’inadeguatezza politica e l’incapacità di agire oltre i sondaggi della Lega e di Fratelli d’Italia sono conclamate. Ma è davvero vergognosa la disinformazione che portano avanti sulla pelle dei cittadini".

Seguici sui nostri canali