Menu
Cerca
"Speriamo bene"

“Troppi annunci a vuoto sui vaccini finora. Speriamo si rispettino le date”

Il consigliere Pd Samuele Astuti: "Buone notizie e buon cambio di passo. C'è bisogno di un po’ di sana efficienza lombarda"

“Troppi annunci a vuoto sui vaccini finora. Speriamo si rispettino le date”
Politica Saronno, 01 Aprile 2021 ore 16:57

Basta indugi, la campagna vaccinale massiva di Regione Lombardia sembra ora pronta a partire davvero, domani con l’attivazione del portale per le prenotazioni di Poste Italiane e dal 12 aprile con le prime vaccinazioni agli anziani fra i 75 e i 79 anni. Un calendario ben definito quello presentato questa mattina da Guido Bertolaso che anche le opposizioni accolgono positivamente.

Vaccini, “primi effetti positivi dalla visita di Figliuolo e il passaggio a Poste”

Un cambio di passo deciso e atteso da settimane quello sancito questa mattina in conferenza stampa con la presentazione della nuova piattaforma di prenotazione e del calendario vaccinale anti-Covid. “Sembra che la visita del generale Figliuolo e il passaggio da Aria a Poste stiano dando i primi effetti positivi, ed è una buona notizia”, commenta il consigliere regionale Pd Samuele Astuti, uno dei più critici sulla gestione lombarda della campagna vaccinale”.

LEGGI ANCHE: Da domani al via le prenotazioni delle vaccinazioni con Poste: ecco come funzionerà

“Troppi annunci finora, serve un po’ di sana efficienza lombarda”

Due le notizie positive evidenziate dal consigliere dell’opposizione:

“Il cambio di modalità di prenotazione, che non prevede più l’SMS di conferma ma la definizione immediata dell’appuntamento, è un grande passo in avanti e può risolvere una gran parte dei problemi che si sono verificati nella fase uno. Anche la possibilità di interloquire con un call center dovrebbe aiutare a prevenire non poche difficoltà. L’apertura alle fasce anagrafiche successive è una seconda buona notizia, quanto alle date indicate da Bertolaso, mi auguro che questa volta possano davvero essere rispettate. Dal vaccine day di fine dicembre a oggi abbiamo sentito troppi annunci e troppi scaricabarile, quindi speriamo fortemente che ora cambi anche l’atteggiamento di Fontana, Moratti e Bertolaso, perché i lombardi, a partire dai più fragili ma anche le categorie produttive, hanno bisogno di un po’ di sana efficienza lombarda, non di pose da primi della classe senza peraltro riuscire ad esserlo”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli