Politica
Saronno

Saronno, Bilancio 2023, la Lega. "La montagna ha partorito il topolino"

Nella nuova delibera dietrofront parziale sull'aumento dell'IMU, ma restano quelli dell'Irpef

Saronno, Bilancio 2023, la Lega. "La montagna ha partorito il topolino"
Politica Saronno, 06 Gennaio 2023 ore 09:19

Riceviamo e pubblichiamo la nota della Lega a firma di Raffaele Fagioli sul Bilancio 2023 di Saronno.

Bilancio 2023, il commento della Lega

Altri due milioni di euro piovono a Saronno grazie alla Regione Lombardia guidata dalla Lega e dal governatore Fontana. Nonostante questo, l’amministrazione Airoldi-Gilli conferma, nelle delibere di giunta del 29 dicembre, l’aumento dell’addizionale comunale IRPEF ed il parziale aumento dell’IMU.

Era parso che Airoldi volesse prendere tempo per riscrivere il bilancio previsionale solo dopo l’approvazione della finanziaria del governo nazionale. Il sindaco si è invece limitato a riportare un paio di aliquote IMU ai valori 2021, facendo una parziale marcia indietro sugli aumenti IMU già deliberati dalla sua giunta a fine novembre.

La motivazione addotta per il rinvio del consiglio comunale del 22 dicembre appare oggi come l’ennesima scusa accampata da un’amministrazione incapace di gestire anche l’ordinario.

Facile sarebbe dire che i manifesti affissi dalla Lega ad inizio dicembre siano stati determinanti per il dietro-front dell’amministrazione Airoldi-Gilli. Bello pensare che un’azione politica semplice, tutto sommato economica, sia stata tanto dirompente ed abbia potuto aiutare i cittadini saronnesi a non vedersi aumentare le odiate tasse sulla casa.

È probabile che la maggioranza non avesse i numeri per approvare un bilancio a base di tasse. Possiamo immaginare che il sindaco Airoldi sia stato “costretto” a far annullare il consiglio comunale, convocato il 22 dicembre, per ripensare all’aumento ingiustificato dell’IMU che il suo assessore al Bilancio ha spacciato per “armonizzazione delle aliquote”.

Peccato che gli aumenti all’addizionale IRPEF siano stati confermati ed i consiglieri di maggioranza non si siano opposti allo sconsiderato incremento delle tasse locali.

Seguici sui nostri canali