Politica

Saronno, Azione: “Stop alla campagna elettorale permanente, un’altra politica è possibile”

Ostruzionismi, polemiche e prese di posizioni ideologiche: "È necessario rimboccarsi le maniche sulle questioni più urgenti"

Saronno, Azione: “Stop alla campagna elettorale permanente, un’altra politica è possibile”
Politica Saronno, 31 Dicembre 2020 ore 10:30

Dopo tre consigli comunali e alcuni mesi di Amministrazione Airoldi, il gruppo di Azione (che al ballottaggio si era smarcato dalla scelta di appoggio esterno del suo candidato, Pierluigi Gilli) non nasconde la propria delusione.

Saronno, Azione: “Campagna elettorale permanente di maggioranza e opposizione”

saronno azione

Siamo un partito appena nato e ci limitiamo, dall’esterno, a seguire la politica cittadina, a sostenere le buone idee e a contribuire con proposte, quando possibile. Da questa posizione piuttosto comoda – lo ammettiamo – di semplici spettatori, proviamo comunque un certo dispiacere per quanto abbiamo visto e sentito durante i primi 3 consigli comunali. Abbiamo assistito, infatti, a prese di posizione (sia da parte della maggioranza che dell’opposizione) che ci sembrano, per dirla in modo diretto, poco utili per i cittadini.

Ci riferiamo a diversi esempi concreti: ostruzionismo (azioni di disturbo) durante i consigli da parte dell’opposizione, continui dibattiti sterili sui regolamenti, richiami a questioni ideologiche, dinamiche che dimostrano una certa distanza dalla realtà dei Saronnesi. Siamo in una specie di campagna elettorale permanente e ci colpisce ritrovare questi comportamenti sia nei consiglieri dell’opposizione che in quelli della maggioranza. Per fare un altro esempio, in questi primi mesi la maggioranza ha dovuto più volte servirsi del lavoro svolto dalla giunta precedente. Perché non ammettere, almeno in qualche caso, il valore di questo lavoro? Pensiamo, per esempio, a quelle varianti del PGT sul cui merito nessuno ha avuto in effetti nulla da ridire. Invece non si è persa neanche quell’occasione per fare attacchi strumentali e polemiche.

Si sarebbe poi potuto lavorare per presentare in consiglio un bilancio previsionale coerente con gli annunci fatti in campagna elettorale. Invece si è preferito recuperare il lavoro della giunta uscente, con la promessa di rivederlo ampiamente in futuro. Insomma, in generale, si potrebbe essere tutti un po’ più coerenti con se stessi e davanti ai cittadini. Noi siamo convinti che un’altra politica sia possibile: pensiamo che tutti debbano mostrarsi un po’ più responsabili e più attenti all’interesse concreto dei saronnesi.

Per quanto ci riguarda, offriamo sempre la nostra piena collaborazione. È necessario rimboccarsi le maniche sulle questioni più urgenti, come la sensibilizzazione alle regole COVID, finalmente ben impostata dalla nuova amministrazione e i temi su cui già stiamo lavorando a livello provinciale e regionale, come scuola e servizi, progettazione ambientale e mobilità. Su questo invitiamo tutti a contattarci sui nostri canali ufficiali per condividere opinioni e suggerimenti. Chiudendo questa riflessione, facciamo i migliori auguri di serene festività a tutti i nostri concittadini, in particolare a tutti quelli che partecipano attivamente alla vita politica di Saronno.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità