Politica
Sussidi e ristori

Ristori lombardi, Lucia Castelli (Lega Saronno): "Coraggio imprenditori!"

Oggi si aprono le prime finestre per le domande di indennizzo una tantum della misura "Sì! Lombardia"

Ristori lombardi, Lucia Castelli (Lega Saronno): "Coraggio imprenditori!"
Politica Saronno, 23 Novembre 2020 ore 15:07

L'esponente della Lega Saronno Lucia Castelli interviene nel giorno dell'apertura alle prime domande per i ristori lombardi al mondo dell'impresa e della microimpresa.

Ristori lombardi, oggi il via alle domande

Sono state aperte stamattina le prime finestre dedicate alla microimpresa per l'accesso ai ristori lombardi messi a punto dalla Regione con la misura "Sì! Lombardia". Ristori per 54 milioni di euro facenti parte del pacchetto da 167 milioni predisposto la scorsa settimana dalla Giunta Regionale che mirano a dare sostegno una tantum e accesso al credito soprattutto a quelle categorie non comprese nel Decreto Ristori del Governo.

LEGGI ANCHE: Ristori "Sì! Lombardia": ecco chi e quando può presentare domanda

Castelli: "Coraggio imprenditori!"

A Saronno è Lucia Castelli, esponente della Lega, a rilanciare l'iniziativa:

"Regione Lombardia ha messo a punto uno strumento che permette ai piccoli imprenditori che si trovano in situazione di necessità, poiché colpiti dalla crisi da Covid-19, di usufruire di ristori una tantum a fondo perduto piuttosto che di ottenere liquidità per continuare l’attività imprenditoriale in difficoltà.

Sono state supportate in particolare quelle categorie di imprenditori che il Governo di Roma si è dimenticato di ristorare, forse per superficialità o forse intenzionalmente. Regione Lombardia invece è riuscita a trovare le risorse finanziarie per sostenere ed incoraggiare tutti coloro che rendono la Lombardia una tra le regioni più ricche e produttive d’Europa.

Il Popolo Lombardo non si è mai piegato davanti alle difficoltà, composto da gente orgogliosa che mai si scoraggia sebbene le condizioni di vita siano divenute proibitive. Questo il nostro Governatore Fontana lo sa bene. Sa bene che i Lombardi non so no disposti ad accettare sussidi ma vogliono lavorare e usufruire di quegli strumenti che permettono loro di rialzarsi e ricominciare con la forza del loro coraggio. La Lombardia è con loro!"

TORNA ALLA HOME

Seguici sui nostri canali