Politica
Investimenti

Rigenerazione Urbana, dal PNRR 5 milioni per Saronno

I fondi arriveranno in sei tranche nei prossimi 5 anni e permetteranno di mettere mano su impianti sportivi e luoghi della cultura

Rigenerazione Urbana, dal PNRR 5 milioni per Saronno
Politica Saronno, 03 Gennaio 2022 ore 18:19

Il regalo, per Saronno, è arrivato l'ultimo dell'anno: 5 milioni di euro per progetti di rigenerazione urbana assegnati dal Governo dagli oltre 3 miliardi di euro del PNRR.

Rigenerazione Urbana, 5 milioni in 5 anni per Saronno

L'obiettivo sarà riqualificare ambiti cittadini degradati e rilanciare la città dalla crisi scatenata dalla pandemia. I 5 milioni di euro destinati a Saronno finanzieranno in 6 tranche annuali dalla prima 2021 all’ultima nel 2026 progetti che consentiranno di intervenire sugli impianti sportivi e sulle sedi di iniziative culturali della città per favorirne lo sviluppo e una gestione in sicurezza ed economicamente sostenibile.

In particolare saranno 2.800.000 euro circa per gli impianti sportivi e 1.200.000 circa per i luoghi di cultura e circa 1.000.000 per progettazione e spese.

La delibera a maggio. Merlotti: "Presto aggiornamento della delibera"

La delibera che ha permesso a Saronno di partecipare al bando era stata approvata a fine maggio. Ma presto sarà modificata e aggiornata, come anticipa l'assessore alla partita:

“La rigenerazione urbana degli edifici, degli spazi e delle aree pubbliche è un argomento che abbiamo approfondito fin dai primi mesi di amministrazione - afferma l’assessore alla Rigenerazione Urbana, Alessandro Merlotti - Ne avevo parlato nel Consiglio comunale di fine maggio quando abbiamo approvato la delibera relativa all’individuazione degli ambiti di rigenerazione, di proprietà privata e pubblica. Ne ho riparlato nella Commissione Urbanistica e Rigenerazione Territoriale dello scorso 20 dicembre, sottolineando l’importanza crescente, all’interno dei bandi di finanziamento in attuazione del PNRR, del requisito di 'ambito di rigenerazione urbana'. Mi piace sottolineare i seguenti concetti: iniziative sociali, riorganizzazione assetto urbano, non solo aree dismesse ma anche aree sottoutilizzate (come i nostri impianti sportivi) o degradate, realizzazione e gestione di infrastrutture, spazi verdi e servizi. In uno dei prossimi consigli, in tempi rapidi, aggiorneremo la delibera dello scorso 27 maggio, inserendo tra gli ambiti di rigenerazione tutti gli impianti sportivi comunali, i parchi, i giardini pubblici e gli spazi verdi. Quello della rigenerazione è un processo dinamico, continuamente aggiornabile come ricorda la normativa regionale al riguardo".

Ciceroni: "Grande lavoro di squadra"

“E’ stato questo un grande risultato del lavoro della Giunta e degli uffici - afferma l’assessore ai Lavori Pubblici e al Decoro Urbano, Novella Ciceroni - perché abbiamo saputo calibrare bene i tempi di predisposizione del progetto per partecipare al bando e individuare tutti i nostri impianti sportivi e le sedi di iniziative culturali che cogliessero lo spirito di rilancio che era al centro della linea di indirizzo del Governo. Il nostro obiettivo è quello di intervenire sugli impianti sportivi, dotandoli anche di un punto ristoro, e su tutti i luoghi culturali della città perché si possano moltiplicare le proposte culturali in una condizione di sicurezza. Perché ciò accada serve fornire i luoghi culturali delle attrezzature necessarie allo svolgimento di eventi grandi e piccoli, all’aperto e al chiuso. Il segno della qualità del lavoro che sta facendo la nostra Giunta è che questi 5 milioni vengono dopo i 2.500.000 euro circa che già abbiamo vinto con un altro bando nel 2021 sempre nell’ambito del PNRR e in particolare per gli interventi sull’asilo nido Candia e sulla scuola per l’infanzia Collodi”.

Airoldi: "Nel 2021 9 milioni di euro conquistati"

“Fino al 30 dicembre 2021 avevamo conquistato con i Progetti della Giunta e il lavoro degli uffici oltre 4 milioni di euro - conclude il Sindaco Augusto Airoldi - e l’ultimo giorno dell’anno ecco arrivarci la notizia di altri 5 milioni di euro dal PNRR per la rigenerazione urbana. Ho detto in molte dichiarazioni pubbliche di fine anno che nel 2022 avremmo accelerato nella realizzazione del programma elettorale che prevede un rilancio forte della città anche attraverso molti interventi in chiave di rigenerazione. E confermo che, nel 2022, creeremo anche le condizioni per realizzare la nuova Rodari trovando le necessarie risorse. Ma ancora più decisi saremo nel conquistare altre risorse del PNRR. Quanto fatto fino ad ore non è un punto di arrivo ma di partenza. Anzi, come dice il PNRR, di ripartenza. Abbiamo cominciato bene, Saronno c’è.”

Seguici sui nostri canali