Politica
Groane

Rigenerazione Urbana, bando perso a Cogliate. La Giunta scarica la responsabilità sugli uffici

Partecipazione al bando approvata in giunta oltre 3 mesi dopo la scadenza, il sindaco dà la colpa agli uffici. Uniti per Cogliate: "La funzione di indirizzo è dei politici. Se l'assessore Basilico non è in grado, si dimetta"

Rigenerazione Urbana, bando perso a Cogliate. La Giunta scarica la responsabilità sugli uffici
Politica Groane, 15 Dicembre 2021 ore 09:16

Un errore di procedura che costa caro, precisamente 1.750.000 euro: sono i fondi che il Comune di Cogliate aveva chiesto col progetto di sistemazione di Palazzo Rovelli nel bando regionale per la Rigenerazione Urbana. Bando sfumato perchè la proposta era stata deliberata in Giunta il 30 giugno e non, come indicato, entro il 12 marzo.

Rigenerazione Urbana, Uniti per Cogliate: "Dalla Lega scarico di responsabilità"

Alla notizia dell'esclusione, e della motivazione, il gruppo di minoranza di Uniti per Cogliate aveva subito sottolineato "l'approssimazione" con cui si muove l'Amministrazione comunale.

"Al di là della mancata ammissione del progetto al bando sulla rigenerazione - scrivevano - l’Amministrazione ha confermato a bilancio 2 milioni di euro per l’intervento. Non si ha però una completa consapevolezza di come le successive fasi potranno essere portate avanti, perché questa cifra non è sufficiente a una ristrutturazione definitiva del Palazzo. Il rischio di trovarsi bloccati a metà strada è molto alto".

Ma quell'errore, l'approvazione quasi tre mesi dopo la scadenza dei termini, a cosa è stato dovuto? Lo ha chiesto, con un'interrogazione, il gruppo di minoranza nell'ultimo consiglio comunale. E la risposta della maggioranza ha scaricato la responsabilità sugli uffici: i documenti sarebbero stati approvati solo il 30 giugno perchè questi li hanno consegnati solamente il 29.

"Che sarebbe come dire: noi non abbiamo colpe, le responsabilità sono tutte dell'Ufficio Tecnico - commentano da Uniti per Cogliate - Troppo comodo così. Troppo comodo scaricare colpe sui tecnici quando invece la funzione di indirizzo e controllo sulla gestione deve essere esercitata dai politici. Soprattutto su una partita così importante, per una richiesta di finanziamento su Palazzo Rovelli, per lavori complessivi pari a 1.750.000 euro".

"Responsabilità politica. Se l'assessore non è in grado si dimetta"

"I rappresentanti della Lega di Cogliate fanno sempre così - continua la nota della minoranza - quando fa comodo, strumentalizzano procedimenti in capo ai funzionari per colpire gli avversari politici, quando invece si evidenziano mancanze politiche da parte loro, scaricano tutte le colpe ai dipendenti comunali.
L'Amministrazione si assuma le sue responsabilità, senza cercare scuse.

Possibile che l'Assessore Riccardo Basilico non abbia controllato i termini, verificato i passaggi, sollecitato l'Ufficio perché procedesse con tutti gli adempimenti?

Se non riesce a svolgere il suo incarico, si dimetta".