Politica

Riforma sanitaria, Monti (Lega): "Il Pd distorce la realtà"

Il consigliere leghista al Pirellone: "Il Pd gioca coi numeri e distorce la realtà. Come ogni novità, tutto è perfettibile e siamo già al lavoro".

Riforma sanitaria, Monti (Lega): "Il Pd distorce la realtà"
Politica 06 Giugno 2018 ore 14:51

Il commento e la replica del presidente della commissione Sanità di Regione Lombardia sui numeri della riforma sanitaria.

Riforma sanitaria, Monti: “Il Pd gioca coi numeri”

Ieri l’attacco del consigliere regionale Samuele Astuti, oggi la replica del collega leghista, presidente della commissione Sanità, Emanuele Monti. Al centro, lo stato di fatto della nuova riforma specialmente per quanto riguarda la presa in carico dei malati cronici.  “Giocare con i numeri è tipico di chi, non avendo argomenti seri, è costretto a prendere dati parziali distorcendo la realtà”, replica Monti. “Anzitutto – precisa il leghista –  il numero di pazienti totali che hanno attivato la presa in carico ammonta a circa 260 mila. Con un numero di Piani di Assistenza Individualizzati di oltre 140 mila. Cifre tutt’altro che irrisorie se si tiene conto della complessità di adeguamento, soprattutto nella fase di start-up, di un sistema sanitario come il nostro. I numeri spiegano come sempre più lombardi stiano prendendo coscienza della validità della nostra riforma sanitaria, che mette proprio il paziente cronico al centro di tutto”.

“Tutto è migliorabile”

“Detto questo, come tutte le novità ogni cosa è migliorabile e perfettibile in corso d’opera. In questo senso – annuncia Monti – la Commissione Sanità e politiche sociali del Pirellone avvierà a breve una serie di audizioni proprio per monitorare nel modo più approfondito possibile lo start-up della presa in carico. Per quanto ci riguarda siamo soddisfatti dei risultati ottenuti – conclude  – ma siamo anche consapevoli di come si possa migliorare ulteriormente un meccanismo studiato per rendere la vita del malato cronico più semplice e offrire un servizio di cura personalizzato e al passo con i tempi.”