Menu
Cerca

Riapre via Melzi, avanti con via Santo Stefano

Terminati i lavori per la sostituzione della fognatura e dell'acquedotto, la strada riapre in tempo per la Zootecnica e le scuole. Per via Santo Stefano invece ci vorrà ancora del tempo.

Riapre via Melzi, avanti con  via Santo Stefano
Politica 06 Settembre 2018 ore 20:40

Dovrebbe riaprire nella giornata di domani, venerdì, la via Melzi dove durante l’estate si è lavorato per la sostituzione dell’acquedotto e della fognatura.

Via Melzi, pronta per la Zootecnica e le scuole

Si riapre in tempo per il passaggio degli scuolabus diretti agli istituti. Obbiettivo raggiunto per quanto riguarda i lavori in via Melzi. “Come per la via Santo Stefano e per altri cantieri sulle strade della città, abbiamo deciso di eseguire i lavori ad agosto per limitare i disagi a traffico e cittadini – ricorda l’assessore Claudio Ceriani – Qui in via Melzi i lavori non sono stati semplici. Sono almeno 40 anni che qui non si vedono interventi così intensivi, e sotto l’asfalto abbiamo trovato fino a tre linee diverse dell’acquedotto. Gli spazi per lavorare erano molto limitati”. Via Melzi riapre ma l’anno prossimo dovrà essere chiusa di nuovo. “Dobbiamo aspettare l’assestamento delle nuove tubature – spiega Ceriani – Ora quindi si circolerà con le ‘tracce’ lì dove si è scavato. In primavera contiamo di procedere con la riasfaltatura di tutta la strada, e la creazione di un passaggio pedonale protetto con un cordolo a raso”. In via Melzi, inoltre, sono state installate due griglie a monte della salita Pusterla, per evitare il deflusso di acque verso via Santo Stefano.

Le nuove griglie in cima alla salita Pusterla

Via Santo Stefano, continuano i lavori

A pochi metri da via Melzi, in via Santo Stefano, si continua invece a lavorare. “Avevamo detto ai cittadini che, se non vi fossero stati intoppi e problemi, avremmo terminato i lavori a settembre. Purtroppo così non è stato, perchè ai lavori per la nuova fognatura si sono aggiunti quelli per la tubatura del gas e dell’acquedotto richiesti da 2i Retegas e Alfa srl – continua l’assessore – Questo ha fatto allungare i tempi. Quando si lavorava sul gas, per esempio, si dovevano fermare gli altri cantieri per motivi di sicurezza. Nonostante questo, la prossima settimana dovremmo iniziare con la posa della nuova pavimentazione in pietra nel tratto da corso Bernacchi a via De Simoni”. In questi mesi di lavori non sono mancate le polemiche, specie di residenti e negozianti. “Ci sono stati dei disagi, ma le maestranze hanno fatto il possibile per limitarli – conclude Ceriani – Per tutta la durata del cantiere, comunque, si è garantito l’accesso ai luoghi sensibili della via, Casa Velini, chiesa parrocchiale e casa funebre, e ai negozi”.

Il servizio su La Settimana di Saronno di venerdì 7 settembre.