Politica
Salute

Psicologo di base, progetto di legge in Commissione al Pirellone

Monti (Lega): "Con la pandemia i bisogni legati alla salute mentale hanno visto picchi di crescita vertiginosi"

Psicologo di base, progetto di legge in Commissione al Pirellone
Politica Varese, 28 Settembre 2022 ore 14:30

Il progetto di legge 2016 per l'istituzione dello psicologo di base è stato illustrato oggi, 28 settembre, in Commissione Sanità e Politiche Sociali.

Psicologo di base, inizia l'iter

“Psicologi nelle case di comunità e nelle strutture di medicina territoriale previste dalla riforma della sanità regionale perché si possa avvicinare il sistema di cure al cittadino anche nell’ambito della salute mentale. Un impegno che ci eravamo presi e che con l’avvio di questo percorso legislativo vedrà presto la propria concretizzazione”.

Così Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali al Pirellone, sintetizzando quanto previsto dal progetto di legge n. 216 “Istituzione della psicologia delle cure primarie”, illustrato oggi in Commissione Sanità al Pirellone.

Bisogni cresciuti con la pandemia

“La proposta di legge si basa due concetti indiscutibili a cui sta facendo fronte il sistema sanitario nazionale: la carenza di figure professionali (gli psicologi in questo caso) e i crescenti bisogni di salute nell’ambito della salute mentale che con la pandemia hanno registrato picchi vertiginosi. Lo psicologo di base, il quale avrà un rapporto fiduciario con i propri pazienti, troverà collocazione nelle strutture sanitarie territoriali che la riforma di cui sono stato relatore ha istituito - spiega Emanuele Monti - In particolare, la proposta di legge prevede che questa figura professionale si occupi di erogare interventi di primo livello, di prevenzione, consulenza, valutazione e sostegno psicologico, offrendo così supporto psicologico tempestivo. Abbiamo visto, in altri ambiti, quanto sia indispensabile la diagnosi precoce e in questo le Case di comunità rappresentano sicuramente un presidio per limitare le ospedalizzazioni e gli accessi impropri al sistema di cure ma anche una presa in carico del paziente nel suo complesso e nei tempi utili per scongiurare eventuali aggravi”.

“Da anni sono impegnato a fianco dell’Ordine degli Psicologi per trovare soluzioni di sviluppo della professione e questo progetto di legge ne è una piacevole conferma. Adesso lavoreremo nuovamente fianco a fianco nel percorso legislativo perché si possa giungere all’approvazione di una legge che permetterà ai cittadini lombardi di usufruire di un servizio d’eccellenza” conclude.

Seguici sui nostri canali