Tradate

Partecipare Sempre al fianco del Comitato in difesa degli alberi: "Sì alla perizia dell'agronomo Zanzi"

I consiglieri Cavalotti e Ferrario chiedono al Comune di autorizzarla e sollecitano un incontro pubblico: "Il progetto di piazza Mazzini va  condiviso coi cittadini"

Partecipare Sempre al fianco del Comitato in difesa degli alberi: "Sì alla perizia dell'agronomo Zanzi"
Politica Tradate, 16 Luglio 2021 ore 17:07

"Autorizzate l’agronomo Zanzi ad eseguire una perizia sugli alberi di piazza Mazzini come richiesto dal comitato". Lo chiedono a gran voce i consiglieri Laura Cavalotti ed Ermanna Ferrario di Partecipare  attraverso una lettera inviata all’Amministrazione Bascialla.

"Il Comune autorizzi la perizia di Zanzi"

I consiglieri di Partecipare sempre Laura Cavalotti ed Ermanna Ferrario hanno inviato una lettera all'Amministrazione Bascialla

"In questi giorni  è pervenuta la nota del Comitato in difesa degli alberi di piazza Mazzini ( che continua la sua lotta, oggi superata le 2700 firme) che comunica la disponibilità data dall’agronomo Daniele Zanzi ad eseguire a titolo non oneroso prove tecniche strumentali sullo stato attuale degli alberi di piazza Mazzini.

Come gruppo chiediamo di autorizzare Zanzi (agronomo di competenza conosciuta in ambito nazionale) all’esecuzione della perizia sullo stato degli alberi esistenti, perizia attesa anche dal sindaco di Tradate, come riportato dalla stampa locale. E’ importante un confronto tra le due relazioni per un approfondimento necessario sul futuro delle nostre piante. Ricordiamo che durante l’ultima commissione sul progetto di riqualificazione piazza Mazzini del 17 febbraio 2021 l’amministrazione (senza fornire alcun documento) ha fatto intervenire l’agronomo incaricato Pozzi che ha trattato il tema alberi e situazioni di pericolosità durante e dopo i lavori.  Il nostro gruppo ha, quindi, chiesto di avere la relazione tecnica dell’agronomo.

La relazione datata 30 marzo 2021 è stata inviata finalmente a fine maggio 2021, dopo solleciti verbali durante altre commissioni e richiesta scritta. I sopralluoghi risultano eseguiti dall’agronomo il 10 febbraio e il 25 marzo 2021 (dopo la commissione)".

Contrari al progetto: "Manca una visione complessiva del centro"

Nella lettera Partecipare sempre  ribadisce la propria perplessità e contrarietà al progetto di riqualificazione della piazza "presentato a luglio 2020 e modificato interamente a gennaio 2021" perché secondo gli esponenti della lista civica "manca una visione complessiva del centro storico della città, in presenza di altri immobili come villa Inzoli, ex convento del Crocifisso e le attività commerciali e di servizio".

"L'amministrazione non ha convocato un'assemblea pubblica"

Cavalotti e Ferrario puntano il dito anche sul mancato coinvolgimento e la mancata partecipazione della comunità al recupero del cuore della città. "L’amministrazione non ha convocata un’assemblea pubblica coi cittadini - ribadisce Cavalotti - come invece la mia amministrazione fece per il recupero della piazza Pietro e Paolo di Abbiate. Abbiamo già espresso molta preoccupazione per il modo di affrontare i problemi della città, in assenza di trasparenza, pubblicità e condivisione anche con i cittadini, di fronte a un progetto di riqualificazione piazza Mazzini e corso Bernacchi con una spesa di 1.500.000,00 euro finanziata con mutuo".