Politica
Sanità

Ospedale di Saronno, incontro dei sindaci con Bertolaso

L'annuncio a risposta all'interrogazione del Pd, che ha riproposto le domande inviate dai sindaci alle quali l'ex assessore Moratti non aveva mai risposto

Ospedale di Saronno, incontro dei sindaci con Bertolaso
Politica Saronno, 08 Novembre 2022 ore 13:53

Il neo assessore regionale alla Sanità  Guido Bertolaso  la settimana prossima incontrerà i sindaci del territorio per chiarire il futuro dell’ospedale di Saronno.

Futuro dell'ospedale di Saronno, i sindaci incontreranno Bertolaso

L'annuncio è arrivato oggi, martedì 8 ottobre, in seguito a un'interrogazione in Consiglio Regionale presentata dai consiglieri del Pd Gigi Ponti e Samuele Astuti.

"Il sindaco di Saronno - spiegano Ponti e Astuti - ha inviato una lettera all’assessore regionale alla Sanità, sottoscritta da 19 primi cittadini della zona, per sapere quale sarà il destino dell’ospedale che, visto il ridimensionamento della struttura e la gravissima mancanza di personale, rischia di passare da struttura di primo livello a presidio territoriale nonostante abbia un bacino di utenza di 180 mila abitanti, al confine tra le province di Varese, Monza e Brianza, Milano e Como".

Il riferimento è alla missiva inviata all'orai ex delegato alla Sanità Letizia Moratti a gennaio 2021, poco dopo il suo insediamento. Una lettera alla quale non è mai seguita nè risposta ufficiale, nè incontro.

"Per questo oggi abbiamo riproposto in aula le domande dei sindaci - spiegano i due consiglieri - e chiesto di sapere quali  sono i reparti attivi, quali riapriranno, ma soprattutto  che personale sarà assunto per colmare le mancanze  che, a breve termine, rischiano di portare  alla paralisi dell’intero nosocomio".

"Servono assunzioni. Incontro coi sindaci primo passo"

"I dati forniti in aula - concludono i consiglieri dem - non  corrispondono purtroppo a quelli reali. Difficile pensare che un ospedale di primo livello possa essere operativo con un numero  molto esiguo di anestesisti strutturati e con numerosi servizi chiusi da anni, che la Regione ha promesso di riaprire, ma ad oggi non sono ancora operativi. Del resto, per coprire gli  attuali posti letto attivi, per ammissione dello stesso assessore, è necessario assumere 8 infermieri, due tecnici di laboratorio e 27 medici.  Bertolaso ha  promesso di incontrare i sindaci la settimana prossima.  E’ un primo passo, che ci auguriamo preluda a un impegno reale per un ospedale centrale per i nostri territori".

Seguici sui nostri canali