Politica
Politica

Nuovo Direttivo per la Lega Lombarda di Saronno

Al lavoro su un programma basato su quattro valori: democrazia partecipativa, valore di comunità, felicità e libertà.

Nuovo Direttivo per la Lega Lombarda di Saronno
Politica Saronno, 29 Aprile 2022 ore 13:30

La sera del 28 aprile si è tenuto il primo congresso della Lega Lombarda Lega Salvini di Saronno presieduto dal consigliere regionale Emanuele Monti per eleggere il segretario ed il nuovo Consiglio Direttivo.

Di seguito il comunicato della sezione.

Nuovo Direttivo per la Lega Lombarda di Saronno

Hanno partecipato alle elezioni i soli militanti, come da regolamento del partito. Si è presentato un solo candidato alla segreteria e sei candidati per il Consiglio Direttivo. Angelo Veronesi, già referente cittadino nell'ultimo anno per la Lega Lombarda saronnese è stato eletto come primo segretario cittadino del nuovo partito insieme a sei consiglieri di Direttivo: Davide Borghi, Alberto Canciani, Lucia Castelli, Raffaele Fagioli, Carlo Pescatori e Claudio Sala, tutte persone di esperienza, tre dei quali Raffaele Fagioli, Davide Borghi e Claudio Sala hanno ricoperto l'incarico di segretario della Lega negli ultimi 20 anni, mentre gli altri tre anno ricoperto importanti ruoli amministrativi.

Grazie all'ottimo lavoro dell'ultimo segretario della Lega Nord Lega Lombarda Claudio Sala il numero dei militanti è salito ed il consiglio direttivo è composto da sei membri anziché quattro come in passato.

Il programma per Saronno

L'obiettivo che si prefigge Angelo Veronesi è quello di avvicinare i cittadini alla Lega attraverso un programma chiaro di valori condivisi per la comunità saronnese.

Il primo valore è la democrazia partecipativa.

La Lega ha fatto eleggere dei rappresentanti in Consiglio Comunale, abbiamo dei commissari nominati in ogni commissione del Consiglio Comunale. Con tutte le difficoltà della pandemia abbiamo creato dei gruppi di lavoro suddivisi per tematiche dei singoli assessorati: 1. Pari Opportunità, Cultura, Sport; 2. Ambiente, Urbanistica e Opere Pubbliche; 3. Bilancio, Commercio e Industria; 4. Sicurezza e Affari generali; 5. Sociale; 6. Ospedale. L'impegno rimane quello di far funzionare questi gruppi di lavoro con lo scopo di coinvolgere militanti, simpatizzanti e attrarre nuovi collaboratori in modo di rendere la Lega attrattiva perché tratta di tematiche locali, coinvolgendo i cittadini in una vera e propria democrazia partecipativa.

Il secondo valore è rappresentato dal valore di comunità.

La Lega deve rappresentate le istanze di tutti i cittadini e deve essere il sindacato del territorio. Si è sempre detto che la Lega non sia nè di destra nè di sinistra. La Lega deve essere sia di destra, sia di sinistra per poter rappresentare tutta la comunità, cioè tutte le persone oneste che non si sentano parte dei pochi che si arrogano il diritto di rappresentare falsamente tutti i cittadini, quelli del motto "Saronno siamo (solo) noi". Il nostro motto è e rimane: "Prima i saronnesi", contrapposto agli interessi di parte. E' necessario un maggiore coinvolgimento dei giovani e degli studenti per renderli partecipi in prima persona della loro comunità.

Il terzo valore è rappresentato dalla felicità.

Non si può far politica se non si ama quello che si fa. La comunità saronnese ha bisogno di più lavoro, più sicurezza, di un ambiente più sano e pulito, di case per i giovani.

Nel nostro ultimo mandato amministrativo abbiamo fatto bonificare 9 aree dismesse in soli 5 anni attraverso regole chiare per tutti:

  1. prima la bonifica, poi il mattone;
  2. non si costruisce su suolo vergine, ma si recupera solo il suolo del territorio già urbanizzato.

L'obiettivo è quello di continuare a far svolgere bonifiche nel rispetto dell'ambiente e delle regole uguali  per tutti e non interpretabili a favore di qualcuno. Da un lato bisogna mantenere un centro cittadino denso e compatto per favorire il commercio di vicinato, dall'altro bisogna sia recuperare gli spazi attualmente dismessi per creare nuovi posti di lavoro per tutti i saronnesi, sia qualificati sia non qualificati, sia creare nuovi spazi per parchi attrezzati e sicuri.

Negli ultimi 5 anni abbiamo approvato il convenzionato saronnese per fare in modo di favorire i saronnesi nell'acquisto o nell'affitto della prima casa in regime di convenzionato. Bisognerà continuare su questa linea per evitare che le giovani coppie continuino a scappare dalla città prendendo casa nei comuni vicini dove il costo degli appartamenti è notevolmente inferiore. Bisogna difendere il territorio non ancora urbanizzato proteggendolo dalla cementificazione e favorendo l'agricoltura locale e la pulizia delle aree naturali.

Il quarto valore, ma primo per importanza è la libertà.

La sicurezza non si ottiene con una militarizzazione del territorio, ma con una giustizia che punisca i delinquenti. L'impegno è continuare a premere affinché Saronno abbia un numero sufficiente di poliziotti locali che possano pattugliare il territorio e portare i delinquenti davanti alle corti di Busto Arsizio e Gallarate affinché vi sia una pressione del territorio affinché la giustizia sia amministrata nell'interesse dei cittadini onesti di Saronno.

La libertà viene da una maggiore responsabilizzazione dei cittadini, pertanto bisogna coinvolgere i cittadini nella gestione della sicurezza cittadina creando occasioni per coinvolgerli e farli partecipare nelle segnalazioni delle problematiche di quartiere.

Angelo Veronesi ringrazia i militanti e i consiglieri di direttivo che hanno dato la disponibilità a lavorare per i saronnesi, ringrazia Emanuele Monti che da sempre è amico di Saronno.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter