Politica
Parlamento

Maria Chiara Gadda vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera

La deputata fagnanese riconfermata nell'incarico ricoperto durante l'ultima legislatura

Maria Chiara Gadda vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera
Politica Valle Olona, 09 Novembre 2022 ore 17:53

La deputata varesina Maria Chiara Gadda è stata eletta oggi, 9 novembre, vice presidente della commissione Agricoltura della Camera.

Gadda (Azione-Italia Viva) vicepresidente della Commissione Agricoltura

La deputata fagnanese Gadda, parlamentare di Italia Viva, è stata rieletta a Montecitorio il 25 settembre scorso e nella scorsa legislatura è stata capogruppo del suo partito nella stessa commissione. Nella legislatura conclusasi a luglio di quest’anno la deputata lombarda ha firmato due disegni di legge sul settore agricolo: una, contestatissima e poi corretta per la parte legata al biodinamico, sulle disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico, approvata, e l’altra sulla disciplina dell'ippicoltura e delega al Governo per l'adozione di disposizioni volte allo sviluppo del settore, ripresentata alla Camera subito dopo l’insediamento del parlamento per la XIX legislatura.

"Un onore"

“Ringrazio i colleghi e anche il mio gruppo di Azione-Italia Viva per la fiducia  È un grande onore per me continuare, con questo ruolo istituzionale, il lavoro nella commissione di cui sono stata componente anche nella scorsa legislatura”, ha scritto sulla sua pagina Facebook Maria Chiara Gadda.

"L’agricoltura è un settore produttivo strategico, e lo sarà ancora di più in questi anni dove si dovranno coniugare molte sfide come le politiche di filiera, l’accesso  al cibo, la sostenibilità, i cambiamenti climatici, l’innovazione e la formazione tecnica - ha concluso - Buon lavoro al presidente Mirco Carloni, all’altra vice presidente Maria Cristina Caretta, ai segretari Andrea Rossi e Raffaele Nevi, e a tutti i colleghi di commissione".

Seguici sui nostri canali