Menu
Cerca
Saronno

Infopoint all’ex casello di via Piave a Saronno, i dubbi dell’opposizione

"La priorità per l'amministrazione è il mantenimento dell'ex casello o la sicurezza stradale per pedoni e diversamente abili?"

Infopoint all’ex casello di via Piave a Saronno, i dubbi dell’opposizione
Politica Saronno, 27 Aprile 2021 ore 11:43

La scorsa settimana, l’assessore all’Ambiente di Saronno Franco Casali ha avanzato la proposta di trasformare l’ex casello ferroviario di via Piave in un infopoint. Ma dalla Lega si solleva qualche dubbio.

Infopoint all’ex casello

Salvarlo dalla demolizione e trasformarlo in un infopoint per i turisti, lungo la ciclabile cittadina. Cambiano, rispetto a quelli della passata Amministrazione, i piani sul futuro dell’ex casello di via Piave dopo l’accordo fra il Comune, Ferrovienord e Sovraintendenza ai beni architettonici della Lombardia. “Potrà essere – spiegava Casali – uno spazio di servizio lungo la pista ciclabile che collegherà la stazione sull’asse est-ovest, fra Ceriano Laghetto e Solaro, il Parco Lura ed il Parco delle Groane. Lì potrebbe essere necessario un punto di informazione, magari abbinato ad una specifica app, ai QR-code ed a pannelli per mostrare quel che c’è da vedere a Saronno e nei dintorni e fornire un quadro dei percorsi ciclabili presenti in zona”.

I dubbi della Lega

Al di la del fatto che ancora non è stato presentato un progetto o un’idea dei costi per la riqualificazione della struttura, non mancano i dubbi nell’opposizione, come spiega il leghista Federico Daino.

“Il problema principale di Via Piave è la strettoia della carreggiata in corrispondenza dell’ex passaggio a livello con la mancanza di marciapiede su entrambi i lati. L’assessore di competenza è a conoscenza di questa problematica sulla sicurezza stradale? Non capisco, come non si possa costruire un marciapiede su una strada principale come Via Piave. Già la passata amministrazione aveva completato una parte di marciapiede tra via Bainsizza e Via Piave arrivando praticamente sul tracciato della Ex Saronno-Seregno. La priorità per l’amministrazione è il mantenimento dell’ex casello o la sicurezza stradale per pedoni e diversamente abili?”