Fenegrò

Fenegrò: cinque persone positive, ma la Lombardia rimane a rischio basso

Lo ha comunicato il sindaco Claudio Canobbio esortando i cittadini a vaccinarsi e a rispettare le norme, uniche armi per combattere il Covid

Fenegrò: cinque persone positive, ma la Lombardia rimane a rischio basso
Politica Comasca, 31 Agosto 2021 ore 10:59

Risalgono i contagi: 5 cittadini di Fenegrò risultati positivi: "Ma la la Lombardia rimane classificata a rischio basso con un’incidenza dei nuovi postivi al di sotto dei 50 casi ogni 100.000 abitanti", lo ha detto il sindaco Canobbio nel suo puntuale aggiornamento  alla popolazione sulla situazione epidemiologica.

 Cinque positivi a Fenegrò

Risale lievemente il contagio: al 28 agosto sono 5 le persone positive a Fenegrò, con 313 guariti e 7 morti. "Non ci sono persone poste in quarantena da ATS perché contatti stretti di positivi accertati". Riferisce il primo cittadino Claudio Canobbio informando i cittadini sull'andamento del Covid in paese e In Lombardia.

"Nell’ultima settimana a livello nazionale aumenta leggermente l’incidenza settimanale dei nuovi casi positivi, si osserva però una lieve diminuzione dell’indice di trasmissibilità generale e di quello di ricovero, benché il primo continui a rimanere al di sopra della soglia epidemica. Dieci regioni vengono classificate a rischio moderato e la Sicilia da lunedì passerà in zona gialla, mentre la Lombardia rimane classificata a rischio basso con un’incidenza dei nuovi postivi al di sotto dei 50 casi ogni 100.000 abitanti e un indice di trasmissibilità inferiore a 1 e quindi al di sotto della soglia epidemica".

Il sindaco esorta i cittadini a vaccinarsi e a non abbassa la guardia

"Per combattere la pandemia rimane importante mantenere il distanziamento interpersonale, curare l’igiene delle mani e indossare la mascherina anche all’aperto in caso di assembramenti. L’altra arma a nostra disposizione contro il virus è la vaccinazione: regione Lombardia ha messo in campo una serie di iniziative per poter completare la campagna vaccinale, come l’accesso senza prenotazione agli hub vaccinali per tutte le persone con più di 60 anni e il personale scolastico, o la possibilità anche per gli studenti universitari non residenti di vaccinarsi in Lombardia. Inoltre per i ragazzi dai 6 ai 19 anni nelle farmacie aderenti si potrà effettuare gratis il test antigenico in modo da garantire un rientro a scuola in sicurezza.

In ogni caso sul portale https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it è sempre possibile reperire tutte le indicazioni sulla campagna vaccinale e prendere appuntamento per la vaccinazione contro il Covid-19 per tutti i cittadini dai 12 anni in su. Per informazioni circa la campagna vaccinale ci si può rivolgere ad ATS Insubria o al proprio medico di base".