Politica

Elezioni a Cislago, Stefano Calegari presenta "Ies"

L'ex sindaco ha illustrato il nuovo progetto politico: "Vogliamo riportare il buon governo in Comune".

Elezioni a Cislago, Stefano Calegari presenta "Ies"
Politica Saronno, 02 Luglio 2021 ore 14:11

Elezioni a Cislago, «Ies» è il nome della lista civica e del nuovo progetto presentato dal candidato sindaco Stefano Calegari, già primo cittadino per due mandati dal 1992 al 2001, assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura dal 2001 al 2005 e dal 2002 al 2007 consigliere provinciale.

Elezioni a Cislago, Stefano Calegari presenta "Ies"

«Abbiamo scelto questo nome così originale perché acronimo di “impegno e serietà”, ma anche perché ricorda il “sì” inglese. Il nostro obiettivo è infatti dare un “sì” convinto ai cittadini, rimettendo le persone e i loro bisogni al centro», anticipa Calegari, puntualizzando: «Quella che presentiamo oggi non è la lista. Molti cittadini hanno infatti deciso di aderire al nostro progetto e di formare un gruppo di lavoro per la stesura del programma senza comparire in prima persona tra i candidati. Al di là delle elezioni, ci interessa poi costruire un gruppo politico che guardi al futuro, che formi i giovani e che abbia continuità nel tempo». E tra gli ex amministratori comunali che hanno aderito al progetto a sostegno di Calegari, al di là di una partecipazione diretta nella lista, compaiono Michele Uboldi, Pierpaolo Grisetti, Giampaolo Mazzucchelli, Carlo Partenzi, Massimilano Meone, Romina Codignoni e Claudio Franco.

La priorità è l'ascolto

Sono passati svariati anni dal mandato di sindaco, ma il candidato è ben consapevole che la città è cambiata e che ora ci sono nuove esigenze: «Vogliamo trovare risposte ai bisogni emergenti, sapendo che non sono più quelli di una volta. Questo non impedirà però di valorizzare la storia e le tradizioni del territorio». Tra le priorità c’è l’ascolto, capacità che a, detta di Calegari, è venuta a mancare negli ultimi anni: «Si deve essere capaci di fare sintesi e di creare rete sia all’interno sia all’esterno del territorio comunale. Solo così si possono trovare le migliori soluzioni ai problemi, di fronte ai quali non ci si deve fermare al primo ostacolo».

Lista puramente civica

Alle frecciatine degli avversari sull’orientamento politico della lista, Calegari risponde con sicurezza: «Siamo una lista civica. Questo non significa che disdegniamo i partiti, ma semplicemente che non ci interessa l’appartenenza politica delle persone che compongono il gruppo. D’altronde in una realtà come Cislago i problemi non hanno colori politici, non sono né di destra né di sinistra. Quello che mi preme è circondarmi di persone che lavorano con passione e competenza. Mi fa dunque piacere avere al mio fianco anche cittadini con un passato amministrativo nel nostro Comune, che hanno deciso di rimettersi in gioco per colmare un vuoto che si è purtroppo creato. Per quanto mi riguarda invece, rispetto a 20 anni fa, è rimasta immutata la passione politica e a darmi la forza sono persone motivate del mio gruppo».
L’ascolto dei concittadini deve tornare al centro: «In questa campagna elettorale, oltre ai gazebo e agli incontri di presentazione, sento l’esigenza di camminare in mezzo alle persone per ascoltare le loro esigenze. Da queste troveremo lo spunto per migliorare la qualità dei servizi e per impostare una nuova rotta per il Comune, necessaria dopo la pandemia e i mesi di commissariamento. Lo sblocco dei licenziamenti e le conseguenze sociale dei prolungati lockdown avranno infatti purtroppo un peso anche a Cislago. Terremo quindi alto lo sguardo e riporteremo il buon governo, non visto purtroppo nell’ultimo periodo». E a questo proposito: «I fatti sono lì da vedere, ma non mi piace e non voglio parlare degli altri, perché c’è già molto da dire sul nostro progetto». E infine: «Stiamo lavorando da mesi al programma, divisi anche in gruppi di lavoro, e i nostri temi prioritari sono giovani, lavoro, sociale, ambiente, scuola e sport. Crediamo che valga la pena rimboccarsi le maniche e mettersi in gioco per il bene del paese».

TORNA ALLA HOME