Politica
Elezioni 2020

In quattro per un posto da sindaco: in corsa ad Origgio anche Forza Italia e Fratelli d'Italia

I due partiti sosterranno il vicesindaco Andrea Azzalin nella lista Promuovere Origgio.

In quattro per un posto da sindaco: in corsa ad Origgio anche Forza Italia e Fratelli d'Italia
Saronno Aggiornamento:

La frattura nel centrodestra causata dall'accordo tra Lega e Civica porterà a Origgio ad uno scontro alle elezioni di settembre fra le forze normalmente alleate: Forza Italia e Fratelli d'Italia saranno in corsa con la candidatura dell'attuale vicesindaco Andrea Azzalin.

Elezioni a Origgio, corsa a quattro

Com'era prevedibile, Fratelli d'Italia e Forza Italia non se ne staranno fuori dai giochi dopo esser state escluse dall'accordo della Lega guidata dal commissario Alessandro Fagioli e la Civica. Le due forze sosterranno alle elezioni del 20 e 21 settembre Andrea Azzalin, oggi vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Sicurezza, Polizia locale e Innovazione Tecnologica. Uniti sotto le insegne della lista "Promuovere Origgio" che punta dritto al Municipio e certo renderà la vita difficile alla Lega, andando a frammentare un elettorato solitamente unito. Nella sua squadra, nel segno della continuità, anche il sindaco uscente Mario Ceriani.

La discesa in campo di Azzalin

Di seguito il comunicato stampa col quale Azzalin ha comunicato il suo ingresso nella competizione elettorale:

Cari concittadini

La scelta del Sindaco Ceriani, di non ricandidarsi per un secondo mandato, mi ha spronato ed invitato ad assumere questo importante ruolo istituzionale per garantire una continuità al buon lavoro che l’Amministrazione Comunale di Promuovere Origgio in questi cinque anni ha portato avanti.

Da qui la scelta di candidarmi a Sindaco di Origgio a servizio del paese.
Ringrazio chi mi vuole sostenere e chi mi sosterrà in questo importante ruolo per la collettività.

Con me ci saranno vecchi amici ed altri nuovi che si sono avvicinati con entusiasmo. Solo interagendo tra noi faremo bene il bene del Nostro Paese, da soli non si può fare niente.

Un mix di esperienza e di giovani, di persone serie, che ci permetterà di amministrare con idee concrete, mettendo grande energia per le sfide che il prossimo futuro ci riserverà, con una programmazione attenta, mirata e concreta.

C’è spazio per tutti per collaborare e rendersi utili, non solo per chi farà parte del gruppo ma nostro dovere e nostro compito è ASCOLTARE, mettere al centro del nostro progetto il cittadino di Origgio recependone i bisogni, per poter costantemente migliorare la qualità della nostra vita e del Nostro Paese.

Sono certo che tutti insieme riusciremo ad ottenere buoni risultati.

Dedicherò tutto me stesso alla lista civica, PROMUOVERE ORIGGIO, e dei partiti del centro destra che mi hanno voluto e scelto per questo importante ruolo.

Sono consapevole del sacrifici che comporterà questo compito a me ed alla mia famiglia, con cui condivido questo progetto, per i miei figli: voglio lavorare anche per loro.

Ci metterò entusiasmo, sono contento e convinto di poter fare bene.

Voglio dedicarmi ad Origgio, a Voi, con etica, trasparenza, credibilità, impegno e coerenza dando continuità ad un percorso iniziato nel 2015 con Promuovere Origgio, ricoprendo la carica di vicesindaco.

Accetto prendendo le distanze da dinamiche pericolose alimentate da chi è disposto a tutto per vincere e da chi è disposto a perdere tutto per impedire ad altri il pubblico consenso.

Per il periodo di emergenza che abbiamo passato e che, ad oggi, non è purtroppo ancora concluso, dovremo continuare a dare aiuti concreti e sostenere le famiglie in difficoltà.

ProMuovere il proprio Paese, punto fermo, valore indiscutibile e imprescindibile, al quale un Cittadino, ancor prima che amministratore pubblico, si deve ispirare.

Consapevole che amministrare significa attuare indirizzi politico-amministrativi per il territorio ricercando le risorse economiche necessarie per finanziare le spese e garantire i fondamentali servizi alla persona, da sempre assicurati dagli enti locali, mi chiedo:

COME DEVE ESSERE UN BUON SINDACO SOPRATTUTTO AL TEMPO DELLA CRISI SOCIO-ECONOMICA E AMBIENTALE CHE STIAMO VIVENDO?

Un Buon Sindaco DEVE:

  • avere conoscenze adeguate, nonché avvalersi di collaboratori sempre in grado di reperire nuove risorse, attenti usufruire al meglio di eventuali finanziamenti europei, statali e regionali;
  • mostrare elasticità e capacità progettuali, attivare una sinergia di risorse tra pubblico e privato nella massima trasparenza procedurale;
  • conoscere la dotazione organica e il patrimonio del Comune, le entrate tributarie già consolidate, ottimizzare le spese, eliminare gli sprechi, per avere la possibilità di programmare, organizzare e garantire al meglio l’erogazione dei servizi ai Cittadini;
  • rispondere con concretezza, avere prudenza, equilibrio e buonsenso nella gestione del territorio, arricchendolo di infrastrutture utili ed ecosostenibili;
  • essere un bravo contabile che amministra i pochi soldi che ha, seguendo le normative di legge, presiedendo un’amministrazione impeccabile ispirata al pareggio di bilancio;
  • garantire massima attenzione e risorse a tematiche importanti come la solidarietà, l’equità sociale, le politiche giovanili, la sicurezza sociale, il mondo associazionistico e del volontariato, la valorizzazione dell’ambiente in quanto elemento distintivo del territorio e garantendone al contempo la tutela delle risorse naturali e del patrimonio.

Non solo, un Buon Sindaco DEVE:

  • perseguire, alimentare una nuova IDEA DI CITTADINANZA, formata da concittadini che abbiano il gusto della partecipazione alla ricerca del bene comune;
  • ProMuovere e sostenere la cultura della cittadinanza intesa come quell’insieme di atteggiamenti, costumi sociali, azioni o regole minime che, condivise da tutti i concittadini, permettano la convivenza e diano un senso di appartenenza, rispettando il patrimonio comune e riconoscendo i diritti dei Cittadini e i loro doveri di fronte al Comune e agli altri membri della Comunità;
  • ProMuovere l’identità di appartenenza ad una comunità: la cultura a difesa della nostra memoria, delle nostre radici, per rielaborarle alla realtà di oggi, favorendo una valorizzazione dei beni e servizi culturali presenti in Paese;
  • privilegiare la comunicazione non limitata alle parole, interagendo con la collettività affinchè il Paese diventi uno spazio che ognuno sente proprio, come se fosse a casa sua;
  • essere orgoglioso di rappresentare un Paese di buoni Cittadini, che si rispettino gli uni con gli altri, che vivano in armonia per una convivenza civile e giusta;
  • ProMuovere l’idea, l’informazione, l’efficienza, l’impegno culturale e creativo, le risposte migliori alle esigenze, il rispetto dell’ambiente, l’innovazione, l’ordine, l’equità, la sicurezza, la solidarietà, risvegliando le energie e le virtù migliori del Paese, muovendosi sull’attività di pensiero positivo, interagendo con le espressioni più dinamiche, con l’associazionismo tutto, che è fonte di ricchezza umana indispensabile e insostituibile per un Paese;
  • ProMuovere il bene comune, fondamento di crescita giusta e coesa di una comunità, dove ognuno deve essere responsabile di se stesso e riconoscere l’interdipendenza dei Cittadini;
  • ProMuovere una democrazia partecipata, dove ognuno di noi si senta responsabile e fautore del giusto vivere il Paese; il Cittadino deve essere al centro dell’azione amministrativa, portatore di domande, esigenze a cui si deve rispondere con servizi appropriati che permettano una migliore qualità di vita.

ProMuovere Origgio presenterà all’attenzione dei Cittadini Origgesi un programma politico-amministrativo realistico, sostenibile, garantito dal buon senso e dall’impegno concreto e responsabile di tutto il nostro gruppo.

Un programma politico-amministrativo di massima, aperto poi a chiunque voglia interagire migliorandolo o correggendolo, motivato e alimentato da quella cultura della cittadinanza che di fatto porta ad una democrazia partecipata dove gli amministratori sono al servizio della gente e il potere viene restituito ai Cittadini.

TANTE PERSONE , TANTE IDEE

Da parte Vostra la condivisione, il sostegno, la partecipazione alla mia candidatura a Sindaco, da parte mia l’impegno a rispettare quanto scritto, perché si possa essere tutti partecipi, interagendo ciascuno con il proprio ruolo, della crescita di Origgio sempre più a misura d’uomo.

L’OBIETTIVO È DARE CONTINUITÀ E STABILITÀ PER GARANTIRE LA NORMALITÀ.

Cordialmente

Azzalin Andrea

TORNA ALLA HOME

Seguici sui nostri canali