Politica
Morazzone - Varese

Dopo 22 anni, Matteo Bianchi lascia il consiglio: "Grazie per ciò che hai fatto per Morazzone”

 Il sindaco Maurizio Mazzucchelli al suo predecessore in corsa alle amministrative di Varese: “Sono stati anni intensi di lavoro tra la gente e per la gente. Grazie per la dedizione e la concretezza con cui si è dedicato al paese”

Dopo 22 anni, Matteo Bianchi lascia il consiglio: "Grazie per ciò che hai fatto per Morazzone”
Politica Varese, 03 Agosto 2021 ore 09:57

 

 

 

L'onorevole Matteo Bianchi dopo 22 anni ininterrotti ha rassegnato all’ultimo consiglio comunale di venerdì scorso le dimissioni ( sostituito in consiglio da Fabrizio Zampieri, primo dei non eletti) per dedicarsi alla sfida che lo attende verso la corsa per diventare sindaco di Varese: “Una scelta ponderata, fatta con coraggio e spirito di servizio”, ha detto il primo cittadino di Morazzone ringraziandolo per quanto fatto “sempre guardando al bene della propria comunità che ha profondamente cambiato”.

 Dopo 22 anni  Bianchi lascia il consiglio. Il grazie del sindaco Mazzucchelli

Dopo 22 anni ininterrotti in consiglio comunale, Bianchi ha rassegnato le dimissioni durante l'ultima assemblea civica, venendo sostituito dal primo dei non eletti Fabrizio Zampieri. Maurizio Mazzucchelli, l’attuale sindaco,  ha voluto pubblicamente ringraziare il candidato sindaco del centrodestra a Varese.

 

"So quanto è stata sofferta e ponderata questa scelta e quanto coraggio, spirito di servizio, abnegazione tutto ciò comporti per il giovane onorevole di Morazzone. Il nostro è un rapporto di amicizia che dura da anni e si è cementata proprio in consiglio comunale dove la passione del giovanissimo Matteo e la sua capacità innata di dialogare in modo schietto e sincero guardando al bene della propria comunità e non all’interesse di parte, hanno permesso di costruire, sin dai cinque anni in cui ero all’opposizione, un progetto che ha profondamento cambiato – e ancora lo sta facendo – la qualità di vita della nostra comunità. Doveva essergli sembrata un po' folle la proposta che gli feci nell’ormai lontano 2009 di diventare sindaco di Morazzone, ma accettò con un entusiasmo ed una energia non comuni: io ero già convinto delle sue capacità che nel breve volgere di pochi anni lo hanno portato a sedersi nel Comitato delle Regioni a Bruxelles, a guidare la Lega in provincia di Varese, ad occupare uno scranno in parlamento.

Sono stati anni intensi di lavoro tra la gente e per la gente e per questo ringrazio pubblicamente Matteo Bianchi per tutto ciò che ha fatto per Morazzone e per i morazzonesi, per la dedizione e la concretezza con cui si è dedicato alla sua comunità, doti che saprà certamente trasferire nel nuovo ruolo che, mi auguro, presto sarà chiamato a ricoprire".