Politica
Saronno

Dipendenti esclusi, il Comune ha pagato la formazione a "venti sconosciuti": "Scelta miope e sprecona"

Forza Italia: "I saronnesi hanno pagato l'arricchimento del curriculum di venti illustri sconosciuti"

Dipendenti esclusi, il Comune ha pagato la formazione a "venti sconosciuti": "Scelta miope e sprecona"
Politica Saronno, 14 Dicembre 2021 ore 16:31

Dopo il consigliere della Lega Pierangela Vanzulli, anche il gruppo di Forza Italia si scaglia contro il corso-concorso deciso dall'Amministrazione Airoldi per la formazione e la selezione di due nuovi dirigenti. Costato 38mila euro, senza che abbia portato alla formazione dei già dipendenti comunali, "bocciati" ai test d'ingresso.

Di seguito, il comunicato di Forza Italia.

Dipendenti esclusi dal corso-concorso, Forza Italia: "I saronnesi hanno pagato la formazione a venti sconosciuti"

Il corso-concorso da 38 mila euro previsto dalla variazione di bilancio per maggiori spese di 55 mila euro si è concluso e dopo un primo test non superato da nessuno dei funzionari comunali è di pochi giorni fa la nomina delle due nuove figure dirigenziali sui settori Servizi Sociali /Cultura e Servizi Finanziari. Alla nomina si è arrivati con una selezione iniziale relativa al preventivo superamento di un test e con una valutazione successiva alla partecipazione a un corso di formazione relativo a quanti avessero superato lo sbarramento del test.

Ora, oltre al costo del concorso lievitato (ricordiamo che il concorso per l’assunzione di un dirigente costa in media 5/6 mila euro), ci chiediamo anche i motivi che hanno portato quest’amministrazione a decidere che il corso fosse strettamente “di rango“ non facendo partecipare a tale corso, pagato con i soldi dei saronnesi, nessuno dei funzionari e dirigenti già in servizio.

La formazione permanente  è ormai un elemento imprescindibile di ogni organizzazione moderna ed efficiente. L’amministrazione Airoldi ha deciso invece di riservare a soli due nuovi dirigenti, oltre ad una ventina di  sconosciuti che avevano superato il test iniziale, una formazione di alto livello e oltremodo costosa senza preoccuparsi di estenderla a chi già da tempo è inserito in ruoli strategici della macchina comunale. Scelta miope e sprecona che nessun beneficio porterà all’organizzazione comunale.

Il Sindaco Airoldi forse pensa che i due nuovi dirigenti faranno da soli tutto il lavoro di squadra che serve a motivare funzionari e dipendenti per ottenere i migliori risultati e i servizi  a misura della cittadinanza? E’ questo il metodo partecipativo tanto decantato dalla maggioranza?

Da oggi, grazie a questa pessima gestione della procedura di  reclutamento dei dirigenti, avremo funzionari di serie A, selezionati dall’amministrazione Airoldi e funzionari di serie B, in servizio da anni e nemmeno ritenuti meritevoli di frequentare un corso di formazione riservato ai due dirigenti e a illustri sconosciuti che, terminato il corso, sono ritornati alle loro occupazioni con un arricchimento del loro curriculum pagato dai benefattori saronnesi.

Inoltre, per quanto riguarda il mancato superamento delle prove preselettive da parte dei funzionari in servizio, riteniamo che le domande di cultura generale destinate in genere ai neo diplomati per poter accedere all’università (questi erano i test da superare), non siano lo strumento di valutazione adeguato per individuare le reali capacità e la professionalità posseduta da chi ha sulle spalle più di 20 anni di esperienza e ha sempre garantito il proprio supporto agli amministratori (a prescindere dal colore politico) per la miglior riuscita delle iniziative comunali e per la positiva soluzione dei molteplici problemi che si devono affrontare nella gestione amministrativa della complessa realtà saronnese.

Per tutti questi motivi riteniamo un errore sia le modalità organizzative del corso che le conseguenze dello stesso.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter