Scuola

Didattica a distanza alle superiori, la Regione chiede una cabina di regia con Roma

La Lombardia sulle due proposte non si trova da sola. Caparini: "Provvedimenti già chiesti a maggio"

Didattica a distanza alle superiori, la Regione chiede una cabina di regia con Roma
Varese, 16 Ottobre 2020 ore 14:30

Insoddisfatti delle misure adottate con l’ultimo Dpcm, i vertici di Regione Lombardia hanno chiesto la convocazione di una cabina di regia per lavorare sulla didattica a distanza per le superiori e gli ingressi scaglionati a scuola.

Didattica a distanza e ingressi scaglionati: la Lombardia insiste

Scuole superiori e ingressi scaglionati per le altre. Sono queste le due proposte che la Regione Lombardia torna a mettere sul piatto nel confronto con il Governo. I due punti, non inseriti nell’ultimo Dpcm come lamentato dal Presidente Attilio Fontana potranno essere ora, di nuovo, tema di discussione. L’assessore al Bilancio Davide Caparini infatti spiega che “in conferenza Stato-Regioni abbiamo chiesto, rispondendo all’appello del presidente del Consiglio dei ministri alla leale collaborazione, l’immediata convocazione della cabina di regia per risolvere due questioni fondamentali per contrastare la diffusione del virus: la didattica a distanza per le classi superiori e lo scaglionamento degli ingressi nelle scuole per evitare gli affollamenti sui mezzi pubblici”. “Sono misure – sottolinea Caparini – che la Lombardia aveva chiesto di adottare già da maggio in vista della riapertura delle scuole”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia