Menu
Cerca
Nessuno indietro

Dal primo giugno vaccini anche a irregolari e senzatetto. Astuti: "Gesto di umanità a tutela di tutti"

Invisibili, anche per la campagna vaccinale, ma non per molto. Plaudono i dem, critica Beccalossi (Misto): "Uno schiaffo a chi attende"

Dal primo giugno vaccini anche a irregolari e senzatetto. Astuti: "Gesto di umanità a tutela di tutti"
Politica Saronno, 19 Maggio 2021 ore 15:49

Astuti (Pd) a Viviana Beccalossi (Misto): "Vaccinare irregolari e homeless è gesto di umanità, necessario alla salute pubblica".

Dal primo giugno la Lombardia vaccinerà anche irregolari e senzatetto

Vaccinare tutti per tutelare tutti. Questa la linea, che non poteva prescindere dal raggiungere con la campagna vaccinale anche, soprattutto, gli ultimi. Chi non ha una casa, chi è irregolare, chi è troppo spesso invisibile. Per questo motivo la notizia, comunicata oggi in Commissione Sanità, che dal primo giugno saranno aperte le vaccinazioni a irregolari e senzatetto è stata accolta con soddisfazione dal centrosinistra.

Diversa la reazione invece dal gruppo Misto, con Viviana Beccalossi, ex Fratelli d'Italia, che ha definito il provvedimento "uno schiaffo a chi attende".

"Un ragionamento sbagliato - commenta Samuele Astuti, Pd - che non condivido in nessun modo per almeno tre ragioni. Innanzitutto la legge stabilisce che la precedenza nelle vaccinazioni per età e fragilità vale per tutti, a prescindere dalla provenienza.  Irregolare e homeless  anziani   se sono contagiati dal virus rischiano la vita, esattamente come i cittadini italiani e l’umanità impone di  adoperarsi perché non accada. A questo si aggiunge una basilare regola di epidemiologia che impone, per arginare la diffusione del virus, di vaccinare il numero maggiore di persone chiunque esse siano".