Menu
Cerca

Crisi di giunta a Legnano, torna a riunirsi il Consiglio comunale

Intanto opposizioni e dissidenti chiamano a raccolta i cittadini per una mobilitazione pacifica al grido di "Sos democrazia sospesa".

Crisi di giunta a Legnano, torna a riunirsi il Consiglio comunale
Politica 05 Aprile 2019 ore 15:38

Crisi di giunta a Legnano, Consiglio comunale convocato d’urgenza dopo la diffida del difensore civico regionale.

Crisi di giunta a Legnano, il Consiglio torna in aula

Il parlamentino legnanese torna in aula venerdì sera 5 aprile 2019, con inizio alle 20.30. La convocazione d’urgenza, firmata dal consigliere anziano Ornella Caimi (il ruolo di presidente è vacante, dopo le dimissioni di Antonio Guarnieri), è arrivata nella serata di giovedì, poco dopo che il difensore civico regionale Carlo Lio aveva dato l’ok per l’avvio della procedura di surroga di Mattia Rolfi, ex consigliere leghista dimessosi lo scorso 25 marzo, in maniera non contestuale rispetto ai colleghi di partito Guarnieri e Federica Farina e ai dieci esponenti della minoranza. Ancora una volta, come già avvenuto la scorsa settimana, la seduta sarà dichiarata deserta per mancanza del numero legale subito dopo l’appello. Ma si tratta di un passaggio formale indispensabile perché a Legnano arrivi il commissario ad acta: sarà lui a procedere alla surroga di Rolfi che permetterà al Consiglio di riprendere i lavori. Entro il 20 aprile, l’assemblea dovrà approvare il bilancio di previsione, pena la caduta della giunta e il commissariamento del Comune fino a nuove elezioni.

Opposizioni e dissidenti si mobilitano

Opposizioni e dissidenti nel frattempo chiamano a raccolta i cittadini per una mobilitazione pacifica di protesta. L’appuntamento, con gli slogan “Prima Legnano” e “Sos Democrazia sospesa” è per le 20 davanti al municipio. L’appello rivolto a tutti i legnanesi è: “Basta restare dietro le quinte! Legnano ha bisogno anche di te. Ti aspettiamo per difendere insieme la nostra democrazia”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE