Menu
Cerca
Richiesta danni

"Chiusi per errore? Fontana e Moratti paghino i danni"

Si fa largo l'ipotesi di un errore nella trasmissione dei dati che avrebbe portato a una sovrastima dell'Rt regionale la scorsa settimana. Le opposizioni incalzano

"Chiusi per errore? Fontana e Moratti paghino i danni"
Politica Varese, 22 Gennaio 2021 ore 18:00

L'ipotesi di un errore nella trasmissione dei dati che la scorsa settimana hanno portato alla rilevazione di un indice Rt superiore a 1,25, e che avrebbe determinato l'inserimento della Lombardia in zona rossa, solleva le opposizioni che mostrano ben pochi dubbi sull'origine della "mano" che avrebbe sbagliato: la Regione.

“Chiusi per un errore di Regione Lombardia? Paghino i danni”

Mentre infatti il Presidente Attilio Fontana bolla la possibilità di una responsabilità degli uffici regionali come calunnie,c'è chi è di avviso opposto come il consigliere del Movimento Cinque Stelle, Andrea Fiasconaro:

“A quanto pare per un loro errore nel comunicare i dati tutti noi abbiamo pagato il prezzo, economico e psicologico, di una settimana in zona rossa. Se fosse così, Regione Lombardia dovrebbe rispondere di questo imperdonabile errore e pagare i danni a tutte quelle imprese, a tutti quei lavoratori e quegli studenti che stanno subendo sulla propria pelle gli effetti dell’incapacità di questa Giunta. Se la notizia fosse confermata il Movimento Cinque Stelle valuterà se intraprendere in tal senso un’azione legale nei confronti della Giunta di centrodestra”.

“Praticamente da una settimana hanno bloccato l’intera Regione concentrandosi su di un ricorso al TAR contro loro stessi.
Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia dicano ora ai lombardi, costretti a tenere i negozi chiusi e i figli a casa sulla base di un loro errore, a chi devono rivolgersi per riparare il danno subito”.

“Rt sbagliato? Fontana e Moratti spieghino”

Presa di posizione anche del gruppo regionale del Pd che per voce del capodelegazione in commissione sanità, Samuele Astuti, dichiara:

“Fontana e Moratti spieghino subito e in modo convincente se da una settimana siamo in zona rossa perché la Regione Lombardia ha sbagliato a calcolare l’RT. Inutile dire che sarebbe un errore molto grave, che ha avuto ricadute pesanti sulla vita dei lombardi, sugli studenti che non sono andati a scuola, sui ristoratori e sui negozianti che hanno dovuto tenere chiuse le loro attività.

Se, dopo giorni di polemiche e di ricorsi, la responsabilità della serrata fosse della Regione, Fontana dovrebbe perlomeno chiedere scusa pubblicamente e con lui tutti gli esponenti del centrodestra regionale che hanno accusato il Governo di aver voluto affossare la Lombardia e la sua economia.”

TORNA ALLA HOME