Cerro, elezioni: Piera Landoni e i focus del programma

L'ex vice sindaco lancia le priorità del suo programma

Cerro, elezioni: Piera Landoni e i focus del programma
Politica 20 Maggio 2018 ore 10:05

Piera Landoni e gli obiettivi.

Piera Landoni, ecco i focus

L’ex vice sindaco Piera Landoni corre con la lista civica “Bene Comune”. Ora ha presentato i focus del programma: “Facili i punti di contatto con i progetti degli avversari ma noi ci distinguiamo per come li faremo – ha esordito la candidata -. Ho dato un diktat alla mia lista: pettegolezzi e calunnie sono banditi, andiamo avanti senza preoccupazioni di quello che fanno gli altri. Siamo una lista fresca. Tutte le nostre proposte sono fattibili: abbiamo già pianificato come realizzarle, anche le più ambiziose”.
Il 3 giugno è in programma la presentazione del “Libro bianco”, “ossia un libro sul quale i cittadini ci hanno scritto cosa vorrebbero per il paese; ai primi di giugno “ci sarà un’esperimento sociale per sperimentare la fattibilità di una delle nostre proposte”.

Vivibilità e sicurezza

In questo focus spunta l’idea della “Piazza diffusa”: “A Cerro – annuncia Landoni – manca una piazza centrale. Puntiamo a realizzare una rete di spazi aperti, dotati di arredi e infrastrutture digitali, collegati tra loro: non un’unica grande piazza ma una grande Piazza Diffusa con isole ambientali e aree da pedonalizzare in occasione di eventi”.
E ancora: “Riqualificazione della Galleria Grassi da utilizzare tutto l’anno e di Villa Dell’Acqua per far nascere il Palazzo dei servizi, ludoteca, Casa delle associazioni; nuovo centro polifunzionale a Cantalupo per teatro e musica e continuare la tradizione del Carnevale cantalupese. Riqualificazione ex asilo. Orti comunali, sperimentazione di nuova modalità di cura del verde e altri beni ‘Adotta la tua via’, telecamere, aumento corpo della Polizia locale, piste ciclabili, strade più sicuri con attraversamenti intelligenti, foto-trappole contro abbandono rifiuti e Sportello dei diritti degli animali”.

Buon governo

“Realizzazione di una Bacheca virtuale e Cartografia consultabile per segnalare problemi – hanno spiegato dalla lista -, informare sull’avanzamento delle opere; Commissione di controllo, valutazione e indagine della gestione di azione partecipate (Amcem,Cea, Consorzio bibliotecario, ecc), dello stato dei contenziosi legali in corso nonchè dello stato di attuazione delle convenzioni e appalti di project financing (piscina, cimiteri, carbotermo, centro Ginetta Colombo, ecc) e per la gestione che per gli impegni pregressi; revisione della governance di Amcem per lo sviluppo delle attività di servizio alla cittadinanza con possibili ricadute occupazionali; Tavolo di coprogettazione per rilancio del commercio e imprenditoria locale con anche aperture speciali (Notte bianca, Notte rosa, Giornate dello sbaracco), Sportello lavoro, Bilancio partecipativo, app per cittadini e sburocratizzazione”.

La persona al centro

“Creazione di un istituto professionale, probabilmente a Cantalupo, per formare e accompagnare i ragazzi a professione e lavori, riqualificazione gestionale e strutturale degli impianti sportivi (campi da calcetto, tennis, basket, percorsi vita, skate park) e Weekend dello sport, sostegno alle famiglie, rilancio campus estivi, collaborazione con l’Agenzia per la casa, contrasto alla violenza sulle donne in collaborazione con la Rete antiviolenza Ticino Olona, sede per il Centro di ascolto contro il bullismo scolastico. Parco giochi ad Alta accessibilità nell’area di via Vittorio Emanuele II a Cantalupo, realizzazione di una Zona residenziale protetta e attrezzata (Housing sociale) per un utilizzo più ampio ed esteso a generazioni diverse, istituzione del concorso Walter Tobagi per giornalisti, Premio annuale ‘Cittadino Bene Comune’, recupero di tradizioni come il Palio, corsi per l’Università per la terza età, Festival di artisti di strada, Mercatini vintage, Street food parade e Spazi segreti alla scoperta di Cerro e Cantalupo”.
E ancora: “Adeguamento strutturale dell’area feste di Cantalupo (area luna park), Educazione alla cittadinanza a scuola e incontri per il contrasto del bullismo, cyberbullismo, corretto utilizzo dei social, sessualità consapevole e rispetto e riconoscimento dell’altro”.