Politica
Elezioni

Cassano al voto, Gualandris (Lega): "Niente accordi con civiche poco chiare. Il nome c'è"

Il segretario provinciale del Carroccio definisce la linea in vista delle elezioni: "Vogliamo presentarci con una coalizione di centrodestra forte e unita"

Cassano al voto, Gualandris (Lega): "Niente accordi con civiche poco chiare. Il nome c'è"
Politica Gallarate, 25 Gennaio 2022 ore 13:24

Cassano Magnago si prepara al voto per le elezioni amministrative di quest'anno. Dalla segreteria provinciale della Lega, Stefano Gualandris ha le idee chiare: "Vogliamo presentarci con una coalizione di centrodestra forte e unita, con l'obiettivo di garantire ai cittadini un'amministrazione di alto livello, esattamente come nelle vicine Gallarate e Busto. Quando si governa uniti, tutte le forze politiche riescono ad avere un valore aggiunto. Ma devono esserci chiarezza e trasparenza".

Elezioni a Cassano, la Lega: "I nostri punti fondamentali"

“Come segreteria provinciale della Lega, dopo il confronto avuto con il referente cittadino Claudio Leone, ci tengo a sottolineare alcuni punti che il nostro Movimento politico ritiene fondamentali per le elezioni a Cassano – spiega Gualandris – innanzitutto è volontà della Lega trovare un accordo con tutto il centrodestra per dare alla città di Cassano un'amministrazione di alto profilo come nei vicini comuni di Gallarate e di Busto Arsizio".

Il nome del candidato

Lancia in resta, verso la campagna elettorale. Chi guiderà la Lega, e l'eventuale coalizione di centrodestra, c'è già. O almeno, c'è per la Lega: Massimo Trevisol, "persona di altissime e comprovate qualità personali ed amministrative - lo presenta Gualandris -  un nome di alto valore aggiunto per la città che trova il sostegno compatto della Lega a livello locale e sovraprovinciale. Questo il nome che vogliamo proporre per dare un valore aggiunto alla città ma naturalmente ci confronteremo con gli alleati, perché prima di tutto il nostro fine è trovare una rinnovata unità del centrodestra”.

Porte chiuse a Poliseno

Tra gli altri punti chiari, la chiusura alla lista civica oggi in maggioranza, quella di Nicola Poliseno.

"Non dimentichiamo che arriviamo da un'amministrazione, quella degli ultimi cinque anni, che si è caratterizzata per una totale chiusura nei confronti dei consiglieri comunali della Lega all'opposizione, per un’assoluta scarsità di risultati e una gestione amministrativa assolutamente negativa da parte della lista civica che esprime il sindaco uscente Nicola Poliseno - aggiunge il segretario provinciale - Per la Lega è, di conseguenza, impossibile qualsiasi collaborazione con questa lista civica, che non ha saputo portare nessun risultato positivo a Cassano Magnago e rappresenta un'esperienza amministrativa da chiudere al più presto per il bene dei cittadini”.

“Ci apriamo quindi al centrodestra unito con gli amici di Fratelli d'Italia, con una Forza Italia che abbia un assetto interno chiaro e ben definito, lontano da poco trasparenti liste civiche, ed ovviamente apertissimi al mondo moderato anche e non solo cattolico” conclude Gualandris.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter