Politica
Laveno

Casa di Comunità a Laveno, Astuti (Pd): "Solo una riverniciatura, dietro le parole il nulla"

Il consigliere dem: "Da mesi Fontana inaugura strutture che risultano poi essere in parte vuote, non in grado di intercettare i bisogni di salute del territorio"

Casa di Comunità a Laveno, Astuti (Pd): "Solo una riverniciatura, dietro le parole il nulla"
Politica Valli e Laghi, 03 Gennaio 2023 ore 14:26

L'entrata in funzione ufficiale del 28 dicembre della Casa di Comunità a Laveno continua a far discutere: per il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti è solo "l'ennesima operazione estetica".

Di seguito, il suo comunicato.

Casa di Comunità a Laveno, Astuti: "Ennesima inaugurazione vuota di Fontana"

Fontana annuncia l’apertura di una Casa di comunità a Laveno Mombello, ma è solo l’ennesima operazione estetica fatta di insegne e nomi nuovi, muri ridipinti. A denunciarlo è il consigliere regionale e capogruppo del Pd in Commissione sanità Samuele Astuti che spiega:

“Intimorita dalla paura di non rispettare i parametri necessari per beneficiare dei fondi Pnrr la giunta Fontana annuncia l’apertura di una Casa di comunità a Laveno Mombello, ma ancora una volta dietro le parole non c’è nulla. Si elencano servizi attivi, come l’infermiere di famiglia che in realtà è attivo già dal febbraio scorso, ma per il resto mancano lo sportello CUP – Centro Unico Prenotazioni e i vari servizi di specialistica ambulatoriale. L’unica novità è il trasferimento da Cittiglio della Continuità assistenziale (ex guardia medica)".

“Non c’è da stupirsi - attacca Astuti -, da mesi Fontana inaugura strutture che risultano poi essere in parte vuote, non in grado di intercettare i bisogni di salute del territorio. I cittadini dell’area di Laveno Mombello avrebbero davvero bisogno di una casa di Comunità, anche per avere un accesso alle cure alternativo al pronto soccorso di Cittiglio, gravato da troppi accessi in codice bianco e verde. Ma purtroppo non troveranno alcuna reale risposta nella struttura annunciata”.

"Mai affrontato seriamente il tema personale"

“Dietro la semplice “riverniciatura” della Casa di comunità di Laveno Mombello - conclude Astuti- c’è in realtà il gravissimo problema della carenza di personale che Fontana e la sua giunta non hanno mai affrontato seriamente. Non è possibile trovare operatori sanitari per le Case di comunità mentre i reparti degli ospedali vivono in condizioni altrettanto critiche. Per rimediare alla mancanza di personale sanitario è necessario rivedere i contratti specifici integrativi e aumentare i compensi per evitare la fuga dal pubblico al privato, o il trasferimento nella vicina Svizzera”

Seguici sui nostri canali