Politica
Politica

Aumentano le tasse, la Lega passa all'opposizione a Marnate

Terremoto in Municipio a Marnate

Aumentano le tasse, la Lega passa all'opposizione a Marnate
Politica Valle Olona, 19 Marzo 2022 ore 13:06

I consiglieri comunali della Lega di Marnate non parteciperanno al consiglio comunale di oggi, sabato 19 marzo, e d'ora in avanti siederanno all'opposizione in consiglio comunale. A comunicarlo una nota della Segreteria Provinciale del Carroccio.

Marnate, la Lega passa all'opposizione

"A seguito della volontà del Sindaco di non condividere con i consiglieri comunali e la segreteria della Lega della Sezione di Marnate-Nizzolina l’aumento delle imposte comunali IRPEF – IMU, per circa 300.000 euro, a partire dall’anno 2022, abbiamo deciso, come consiglieri eletti della Lega, di non partecipare al consiglio comunale di oggi" spiegano in una nota.

"Riteniamo doveroso, in un momento come questo di estrema incertezza economica, della guerra in Ucraina, della chiusura di aziende con perdite di posti di lavoro, dell’aumento dei costi per le famiglie e imprese (causati da rincari di energia elettrica, gas, generi alimentari…), non aumentare la tassazione ai nostri Concittadini (come invece predisposto dalla maggioranza con il documento di bilancio di previsione 2022-2024 e votato sabato 18 marzo)".

Leghisti spaccati

Una presa di posizione non condivisa comunque da tutti gli esponenti della Lega. Due consiglieri infatti hanno deciso di continuare a sedere fra i banchi della maggioranza, "condividendo la decisione di aumentare le tasse", rimarca la nota.

"Opposizione costruttiva ma no aumenti di tasse"

"Per coerenza e per quanto scritto nel programma elettorale 'ci impegneremo a non aumentare le tasse locali, (...) tutte le risorse verranno attentamente valutate alfine di garantire un corretto utilizzo nei capitoli di spesa, senza sperperi e spese inutili' da oggi la Lega non appoggerà più il Sindaco ma farà parte dell’opposizione - concludono - Sarà un’opposizione costruttiva che non potrà certamente accettare in un momento di crisi come questo, per le Famiglie e le Aziende della nostra Comunità, aumenti di tasse, specialmente in presenza di importanti avanzi di amministrazione, già accertati negli scorsi anni".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter