Saronno

Salvini show in villa Gianetti: “Chi a Saronno vuole i migranti, se li mantenga” FOTO

Con musiche, cori e ovazioni è stato accolto il big della Lega: “A Saronno squadra che vince non si cambia”

Salvini show in villa Gianetti: “Chi a Saronno vuole i migranti, se li mantenga” FOTO
Saronno, 31 Agosto 2020 ore 20:01

 

Pochi minuti dopo l’ingresso in villa del presidente della Regione Lombardia Attilio Fonatana, è stato accolto come una vera star da tutti i presenti, autorità comprese, Matteo Salvini.

Salvini: “A Saronno squadra che vince non si cambia”

A Saronno squadra che vince non si cambia, qui non vi manca nulla, qui ci sono gli esponenti più ludici del panorama italiano. Uno che difende la legge Fornero e difende le cause perse in partenza almeno è simpatico. Quando ero giovane c’è il drive – in con Beruschi adesso c’è Librandi“. Ha detto Salvini intervenuto per sostenere la campagna elettorale di Fagioli, al suo secondo mandato.

 

“L’amministrazione di Saronno ha combattuto dal primo giorno per la sicurezza della città”

5 foto Sfoglia la gallery

 

 “Grazie di cuore a tutti  mi scuso per il ritardo ma arrivo dal Salerno e poi sono passato a Vigevano e Voghera dove c’erano migliaia di persone a dirci di non mollare e prendere per mano questo paese per mandare a casa Conte, Di Maio, Renzi, Zingaretti. Noi  ce la mettiamo tutta. Ai giornalisti che mi chiedevano se rimpiangiamo quello che abbiamo fatto ho detto no, anzi rivendichiamo con orgoglioso tutto quello che abbiamo fatto nell’anno di governo. Torneremo al governo con una squadra più compatta e omogenea.  Avevamo promesso di azzerare la legge Fornero  e l’abbiamo cancellata, avevamo promesso la legge sulla legittima difesa e l’abbiamo fatta, e come promesso abbiamo bloccato gli sbarchi di barche e barconi. Mi costerà qualche processo, ma vado a testa alta, sono orgoglioso perché l’ho fatto per gli italiani per bene e degli immigrati regolari per bene. E anche Saronno ne sapete qualcosa. Ringrazio il sindaco e l’’amministrazione di Saronno che dal primo giorno ha combattuto per portare sicurezza in questa splendida città. Basta con stupratori, spacciatori e clandestini . Basta! Se anche a Saronno c’è qualcuno che vuole i porti aperti e gli immigrati, quando si allontana lasci il suo numero di conto corrente e li mantenete voi. Di solito quelli che vogliono immigrazione clandestina hanno la bandiera rossa e hanno il conto in rosso”.

“Il voto di Saronno è un piccolo mattoncino per andare avanti”

E poi nel suo discorso: “Finahè l’Italia non sarà una repubblica federale non sarà una repubblica modello. Il governo Renzi ha rotto, non se ne può più, ora pensiamo alla scuola che non  è di destra o di sinistra. Oggi non si sa  quando si entra, si esce, come si mangia dove si va in palestra e chi misura la febbre. La nostra idea è semplice  hanno trovato i soldi per i bonus per monopattini elettrici che trovino chi misura la febbre. Per non parlare del trasporto pubblico, un caos. Se voi ci date una mano anche col voto qui a Saronno, è un piccolo mattoncino per andare avanti. Scuole aperte e porti chiusi“.

Salvini acclamato dalla folla in villa Gianetti

 

L’accoglienza al governatore Fontana

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia