Territori di confine

Sconto Benzina, fumata nera: prezzi troppo simili. I benzinai: "Rilevazioni dell'Ambasciata sbagliate"

La FAIB avrebbe dati diversi da quelli dell'Ambasciata: "Secondo il nostro monitoraggio e i nostri calcoli, lo sconto potrebbe essere riattivato anche da subito"

Sconto Benzina, fumata nera: prezzi troppo simili. I benzinai: "Rilevazioni dell'Ambasciata sbagliate"
Economia Tradate, 08 Luglio 2021 ore 15:51

Niente da fare: la rilevazione dei prezzi chiesta in una mozione approvata all'unanimità dal Consiglio Regionale effettuata dall'Ambasciata Italiana a Berna non ha evidenziato una differenza alla pompa sufficiente a riattivare la Carta Sconto Benzina.

Sconto Benzina, fumata nera

Meno di cinque centesimi di differenza. Troppo poco per riattivare la Carta Sconto Benzina in base ai parametri e alle condizioni stabilite dalla legge. Così, nonostante le richieste avanzate dai territori di confine, la misura volta (almeno sulla carta) a colmare la "concorrenza" delle pompe svizzere su quelle italiane resta congelata.

"Siamo rammaricati che le nuove rilevazioni dei prezzi dei carburanti non permettano la riattivazione immediata dello sconto ma purtroppo non ci sono ancora le condizioni di legge", spiega infatti Francesca Brianza, Consigliere Regionale e Vice Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia e prima firmataria di quella mozione.

"La differenza di prezzo tra il prezzo alla pompa italiano e quello praticato dai distributori svizzeri lungo il confine  - continua Brianza  - non è al momento sufficiente: ce l’ha recentemente comunicato l’Ambasciata italiana in Svizzera.

I benzinai: "Rilevazione inesatta"

I benzinai, ringraziando per l'impegno, comunque storcono il naso. Non tanto sulla legge in sè quanto sui dati comunicati dall'ambasciata italiana: "Ringrazio Regione Lombardia, la Vice Presidente Brianza e tutti i tecnici che si stanno adoperando per garantire ai cittadini lo sconto carburanti, un importante diritto acquisito in vigore da oltre vent’anni – dichiara infatti Massimo Sassi, Presidente FAIB (Federazione Autonoma Italiana Benzinai) – purtroppo la rilevazione dei prezzi praticata dall’Ambasciata italiana a Berna è inesatta: secondo il nostro monitoraggio e i nostri calcoli, lo sconto potrebbe essere riattivato anche da subito".

In arrivo l'App

Mentre lo Sconto Benzina resta sospeso, in Commissione Bilancio è stata presentata la nuova App che sostituirà il vecchio sistema di accesso allo Sconto Benzina tramite POS e tessera sanitaria. L'applicazione dello sconto passerà totalmente sul digitale.

"La nuova app è in fase di test avanzato e sarà più semplice da utilizzare rispetto al vecchio POS sia per gli utenti sia per i gestori dei distributori di carburante, oltre a consentire una riduzione dei costi di gestione - chiosa Brianza - è stato inoltre aperto un sito internet, raggiungibile all’indirizzo www.scontocarburante.regione.lombardia.it, con tutte le informazioni riguardanti le nuove modalità di accesso allo sconto. Continueremo a vigilare perché lo sconto carburante, tramite il nuovo sistema innovativo, sia riattivato il prima possibile appena le condizioni lo consentiranno”.