Economia
Economia

Lombardia "medaglia d'oro" per gli stipendi, Varese nona fra le province italiane

La "regina" degli stipendi resta Milano. Varese terza in Lombardia con una media di 31.351 euro lordi l'anno

Lombardia "medaglia d'oro" per gli stipendi, Varese nona fra le province italiane
Economia Varese, 26 Novembre 2022 ore 13:38

La Lombardia è al Regione con gli stipendi medi più alti. Al primo posto in Regione troviamo Milano seguita da Monza e Brianza e varese, al terzo posto regionale e decimo nazionale. I fanalini di coda della classifica regionale sono Sondrio e Pavia.

Milano prima, Varese terza

In Italia si stima una media annuale degli stipendi di 29.840 euro, questo è il risultato dell'indagine svolta dai consulenti di JobPricing. Tra le regioni svetta ancora una volta la Lombardia, il risultato che la rende il territorio con le buste paga più pesanti è la cifra di 32mila euro lordi all'anno. Si tratta di circa 1.800 euro netti di stipendio al mese.

Andando nel dettaglio della Lombardia, Milano è la provincia con gli stipendi più alti. Stiamo parlando di 35mila euro all'anno ma rispetto ad altre province della regione è importante ricordare che c'è un divario di oltre 7mila euro. Varese terza sul podio, con una media di 31.351  euro lordi all'anno. Al terzultimo e penultimo posto ci sono Mantova e Sondrio con 28.500 euro annuali, a chiudere la classifica è Pavia che supera di poco i 28mila.

Analizzando la classifica italiana, la Lombardia occupa ben tre posizioni in top 10. Al primo posto c'è Milano con una retribuzione media di 35.724 euro. La provincia di Monza e Brianza si classifica invece ottava con 31.376 euro seguita subito dopo da Varese al nono posto con 31.351 euro, una posizione più in alto rispetto al 2021.

48esima nella classifica nazionale

Tra le decima e la ventesima posizione ci sono anche le province di Como al 14esimo posto con 30.418 euro e di Bergamo al 20esimo con 29.880 euro. Nella top 20 anche le province di Lodi e di Brescia con 29.711 euro. Al 24esimo posto Cremona con 29.655 euro e Lecco in 25esima con 29.651 euro.

La situazione è diversa nelle ultime tre province lombarde rimaste. A Mantova la retribuzione annuale è di 28.554 euro, è 43esima in classifica. Sondrio, invece, si è fermata al 46esimo posto con 28.404 euro e infine c'è il fanalino di coda che è Pavia. La provincia pavese si assesta sui 28.288 euro annuali posizionandosi al 48esimo posto della graduatoria nazionale uno scalino più basso di Cagliari.

Le ultime regioni in classifica sono la Sicilia, la Calabria e la Basilica. Alla luce di questi risultati si conferma la prevedibile e triste divaricazione tra i salari nel nord e quelli del sud. Il ceo di JobPricing Alessandro Fiorelli ha dichiarato che si tratta di un chiaro indicatore di un’Italia a due velocità, è uno dei problemi più gravi che il paese ha e fatica ad affrontare.

Se siete curiosi e volete dare un'occhiata alla classifica completa potete farlo CLICCANDO QUI.

Seguici sui nostri canali