commercio

I negozi del Varesotto si trasferiscono online: Confcommercio apre le vetrine virtuali di Speedy Buy

Ripartire non sarà facile: da Confcommercio tre strumenti tecnologici per superare le difficoltà dovute all'epidemia

I negozi del Varesotto si trasferiscono online: Confcommercio apre le vetrine virtuali di Speedy Buy
Varese, 04 Maggio 2020 ore 10:07

La ripresa passa anche dalle vetrine virtuali e Confcommercio le regala ai negozianti del Varesotto.

Negozi online Made in Varese grazie a Confcommercio

Come Amazon ma rigorosamente Made in Varese: per ridurre l’impatto della crisi per i negozi che restano ancora chiusi, ed eliminare la paura di clienti e cittadini che si traduce in minori consumi nei negozi locali (a vantaggio dei big dell’e-commerce) Uniascom insieme alle cinque Ascom territoriali (Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Saronno e Luino) non hanno perso tempo ha deciso di mettere gratuitamente a disposizione di tutti i commercianti la piattaforma Speedy Buy:

“Abbiamo il dovere – spiega Renato Chiodi, presidente di Ascom Gallarate e vicepresidente di Uniascom – di mettere a disposizione dei nostri associati tutta l’assistenza e gli strumenti necessari a farsi trovare pronti alla ripresa delle attività, ma anche a restare attivi in questo periodo di lockdown, purtroppo ulteriormente prolungato dall’ultimo DPCM. Oggi, ma anche domani, uno strumento di supporto essenziale è e sarà l’online, utilizzato per proporre e vendere prodotti. Una vetrina virtuale, in aggiunta a quelle dei negozi, attraverso la quale proporsi e catturare clienti, andando ad integrare i proventi delle vendite dirette”.

Comprare locale

La piattaforma Speedy Buy sarà gratuita per i soci di Confcommercio per 12 mesi dall’iscrizione, un tempo utile anche per rivedere il proprio modo di fare commercio adattandosi a delle abitudini dei consumatori che saranno (e sono già) profondamente trasformate dal coronavirus.

“L’e-commerce è una strada da percorrere e noi siamo pronti a farlo – sottolinea il vicepresidente Uniascom – senza per questo snaturare il rapporto con il cliente che continuerà a restare di fiducia e che anzi potrebbe addirittura consolidarsi: un conto è fare acquisti online utilizzando gli impersonali colossi del settore, diverso è comprare stando a casa nel negozio della propria città, rivolgendosi al commerciante che ci conosce da sempre e, allo stesso tempo, facendo girare l’economia della nostra provincia. Valorizziamo il nostro territorio e le nostre città. Spendiamo i nostri soldi nel nostro territorio da chi conosciamo e che ci conosce”.

Speedy Buy

La piattaforma Speedy Buy è già in funzione e un centinaio di commercianti di tutta la provincia si sono già iscritti. Ogni negoziante deciderà come gestire la propria vetrina, quali prodotti mettere in evidenza e che promozioni attivare. Da parte sua c’è un controllo totale: oltre a gestire la vetrina è lui ad attivare il servizio di consegna e scegliere il metodo di pagamento da mettere a disposizione del cliente.

Attraverso la app e il sito di Speedy Buy è anche possibile concordare con il riveditore di fiducia il ritiro in negozio della merce acquistata, trovando il pacco già pronto ed evitando perciò eventuali attese. Accedendo a Speedy Buy (disponibile sia per Android sia per IOS)  il cliente può cercare un negozio, un prodotto, o un servizio, ma anche effettuare una esplorazione in base ad una posizione geografica tipicamente nel nostro territorio. Sulla mappa vengono visualizzati i prodotti o i negozi che corrispondono ai criteri di ricerca inseriti e, una volta entrati nel negozio, viene proposta una vetrina virtuale interattiva nella quale il cliente può scegliere e fare i propri acquisti e dove il commerciante può raccogliere e gestire in maniera ordinata gli ordini e le prenotazioni.

Non solo una vetrina, tutto il negozio diventa virtuale

Non si tratta di una semplice presentazione della propria attività o dei propri prodotti ma di una piattaforma interattiva tra il commerciante e il suo cliente. La stessa comodità per il cliente dell’acquisto on line a cui siamo ormai tutti abituati ma in una modalità più facile e intuitiva rispetto a un vero e-commerce, sia per il commerciante che per il cliente.

Le altre app: Punto Shop e Ilnegoziovicino

“Alla nuova piattaforma – rimarca Chiodi – se ne affiancano altre due disponibili da qualche settimana, entrambe sostenute dal sistema Confcommercio a livello provinciale”.

Punto Shop è una piattaforma di e-commerce e consegne a domicilio a disposizione degli associati. I Distretti del Commercio di Saronno e del Saronnese (DID E DUC), supportati da Confcommercio Ascom Saronno, propongono agli associati una piattaforma utile ad attivare i due servizi disponibili su www.puntoshop.eu. Aderire all’iniziativa dei due Distretti è semplice, basta essere in possesso dei requisiti per l’e-commerce o la consegna a domicilio. Al resto ci pensano i Distretti che forniscono gli strumenti informatici necessari, ovvero il portale che il commerciante gestisce in base ai prodotti che vende on-line o con il servizio di delivery. Ascom si occupa di informare e supportare i propri associati nel corretto adempimento a livello normativo sia in materia di HACCP che variazione agli Enti preposti (CCIAA, Agenzia delle Entrate e SUAP).

Ilnegoziovicino è invece una iniziativa lanciata dai Giovani Imprenditori di Confcommercio utile a trovare i negozi di vicinato che portano  spesa alimentare e altri prodotti a domicilio. Si tratta di una piattaforma web che dà visibilità agli esercizi commerciali che aderiscono da tutta Italia all’iniziativa (sia a quelli che oggi sono aperti al pubblico, sia a quelli che per ora possono realizzare solo il delivery) dando la possibilità al consumatore di ordinare telefonicamente e di ricevere di i prodotti a domicilio. Per iscriversi basta un click su www.ilnegoziovicino.it.

“E non ci fermeremo qui – conclude Renato Chiodi – E’ infatti nostra intenzione offrire ai nostri quasi 10mila associati della provincia di Varese altri strumenti e piattaforme con convenzioni ad hoc, che facilitino l’applicazione dei nuovi sistemi di vendita e i servizi di delivery. ConfcommercioProvinciadiVareseCè”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia