Ceriano

Gianetti, il sindaco Crippa: "Inaccettabile, fatto di una gravità inaudita"

A vuoto la richiesta di un incontro tra istituzioni e proprietà per cercare di aprire un tavolo di trattativa in aiuto ai dipendenti. Furente il sindaco Crippa: "Atteggiamenti offensivi. Daremo supporto alle proteste""

Gianetti, il sindaco Crippa: "Inaccettabile, fatto di una gravità inaudita"
Economia Groane, 05 Luglio 2021 ore 16:00

Da sabato pomeriggio, appena appresa la notizia, il sindaco di Ceriano Laghetto Roberto Crippa si è unito al presidio dei lavoratori di Gianetti Ruote, oggi Gianetti Fad Wheel, fabbrica con oltre 140 anni di storia e con prestigiosi clienti internazionali, che l’attuale proprietà straniera ha deciso improvvisamente di chiudere con il licenziamento collettivo di 152 lavoratori, senza alcuna comunicazione preventiva.

Chiusura della Gianetti, la rabbia del sindaco

“Non è accettabile questo modo di comportarsi da parte della proprietà”.

Attacco frontale del sindaco di Ceriano Roberto Crippa alla proprietà della Gianetti Fad Wheels che sabato con una mail diretta ai suoi 152 dipendenti ha comunicato senza alcun preavviso la chiusura dello stabilimento. Il primo cittadino sabato ha incontrato una prima volta i lavoratori, e di nuovo questa mattina davanti ai cancelli della fabbrica.

"Quello che è stato fatto è un’azione totalmente irrispettosa delle persone. Si lasciano deliberatamente famiglie in ansia, con la totale impossibilità di programmare il proprio futuro immediato, con una palese violazione delle normative e degli accordi sindacali.  E’ un fatto di gravità inaudita per il quale ci aspettiamo una reazione forte e rapida da parte di tutte le istituzioni preposte a garantire il lavoro e il rispetto degli accordi sindacali. Ho chiesto espressamente alla direzione aziendale, che è oggi presente in azienda, di essere ricevuto insieme agli altri sindaci del territorio e al consigliere regionale Andrea Monti ma mi è stato negato il permesso. Con questi atteggiamenti offensivi delle istituzioni locali, diventa difficile immaginare margini di dialogo e di trattative".

Il Comune al fianco dei lavoratori

Già da oggi pomeriggio, la Protezione civile e il Gruppo Alpini di Ceriano Laghetto provvederanno ad installare sul posto tende e strutture di servizio per il presidio permanente convocato dai lavoratori. "Intendiamo dare a questi lavoratori e alle loro famiglie che sono qui presenti, tutto il supporto necessario per rendere dignitosa la loro protesta - conclude il sindaco - che proseguirà fino a quando non si aprirà un tavolo di trattativa con la proprietà e che vedrà l’Amministrazione comunale di Ceriano Laghetto sempre al loro fianco".