Economia
Energia

A Laveno Mombello nascerà una nuova Comunità Energetica Rinnovabile

Il progetto avrà ricadute positive a livello economico, ambientale ed energetico, promuovendo anche l'inclusione delle persone più vulnerabili

A Laveno Mombello nascerà una nuova Comunità Energetica Rinnovabile
Economia Varese, 18 Ottobre 2022 ore 13:02

Mai come in questo momento l'elevato costo dell’energia e la difficoltà di approvvigionamento delle materie prime sono temi centrali nel dibattito pubblico. In questo preoccupante contesto, Fondazione Cariplo ha promosso il bando ALTERNATIVE con l’obiettivo di favorire la diffusione di Comunità Energetiche Rinnovabili e fornire uno strumento concreto ed efficace per contrastare la povertà energetica e accompagnare la popolazione nella transizione equa verso un futuro alternativo al fossile.

A Laveno i fondi del bando ALTERNATIVE di Cariplo

Il bando, terminato a luglio, si è rivolto ad amministrazioni, enti pubblici e privati non profit della Regione Lombardia e delle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola, per un valore totale di 1.000.000 euro. Sono ben 17 le nuove Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) che saranno avviate in questi territori nei prossimi mesi grazie al contributo di Fondazione Cariplo, di cui una proprio in provincia di Varese.

"Base per lo sviluppo di una nuova filiera dell'energia"

“L’esperienza del Bando Alternative è un primo passo verso la sperimentazione di possibili risposte di comunità di fronte alla sfida sempre più imponente della transizione energetica e ambientale - commenta Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo - In un momento di grande tensione del mercato dell’energia, l’avvio di comunità energetiche rinnovabili operative sul territorio è un fatto concreto e significativo, che pone le basi per lo sviluppo di una nuova e più equa filiera dell’energia”.

Il progetto di Laveno

Il progetto al nastro di partenza nel varesotto è la “Comunità energetica rinnovabile Laveno Mombello" con capofila la Parrocchia di Santa Maria Ausiliatrice. Nel piccolo comune di Laveno Mombello verrà installato un impianto fotovoltaico che sarà in grado di produrre un quantitativo di energia elettrica pari a circa 23.344 kWh l'anno. Il sistema, oltre a una rilevante ricaduta economica, avrà grandi benefici anche sul clima, grazie alla riduzione di tonnellate di emissioni di CO 2 nell’ambiente.

“Dobbiamo porre grande attenzione al momento storico che stiamo vivendo e cogliere l’opportunità che ci offre - concludono i commissari varesini all’interno della Commissione Centrale di Beneficenza Elisa Fagnani, Andrea Mascetti, coordinatore della commissione Arte e Cultura, Giuseppe Banfi, Sarah Maestri -  Siamo in un momento difficile, ma paradossalmente proprio questo può offrirci lo sprono giusto per indurci a cambiare i nostri modelli e nostri comportamenti, per favorire il risparmio energetico e la transizione energetica. Tutti possiamo dare un contributo. È anche questo il messaggio che vogliamo dare con questa iniziativa. Ed è interessante sottolineare come i progetti vincenti abbiano natura e provenienza diversi ma siano accomunati dall’obiettivo della transizione energetica equa verso le fonti rinnovabili, attraverso la diffusione di Comunità Energetiche Rinnovabili e gruppi di 'autoconsumo collettivo'".

Le Comunità Energetiche Rinnovabili

Le Comunità Energetiche Rinnovabili nascono anche con lo scopo di promuovere l’inclusione sociale dei soggetti più vulnerabili e aumentare la coesione nelle comunità locali. I progetti finanziati dal bando Alternative consentiranno quindi di coinvolgere soggetti in condizione di povertà e vulnerabilità quali membri delle comunità costituite.

Le Comunità Energetiche Rinnovabili rappresentano, quindi, una soluzione innovativa di valenza non solo ambientale ed economica ma anche sociale: collaborazione e condivisione sono infatti i principi cardine di questo modello che mira ad accrescere il senso di comunità, lo sviluppo economico locale e la democrazia energetica.

Fondi e assistenza tecnica

Ultimamente il fenomeno delle CER sta registrando una crescita importante, segno di una sensibilità e di un’urgenza sempre più alte sul tema dell’emergenza climatica e della povertà energetica, ma la loro diffusione è ancora spesso ostacolata dalla mancanza di competenze specialistiche, tecniche, amministrative, legali ed economico-finanziarie da parte degli attori che intendono avviarle. Per questo motivo, oltre al contributo economico, Fondazione Cariplo metterà a disposizione un servizio di Assistenza Tecnica che accompagnerà le realtà locali coinvolte lungo tutto il percorso normativo e burocratico che porterà alla definizione e alla costituzione delle Comunità.

Già 22 milioni dalla Regione

Il bando Alternative è complementare all’iniziativa lanciata da Regione Lombardia nell’ambito della Legge Regionale 2/2022, che ha stanziato 22 milioni di euro a supporto delle CER, in particolare per l’acquisto e installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. In virtù dell’”Accordo quadro per la realizzazione di attività congiunte in campo ambientale” tra le stesse Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, i due enti si sono coordinati per definire due strumenti che fossero il più possibile sinergici in modo da mettere a fattor comune risorse con diversa provenienza.

Seguici sui nostri canali