Cultura
Cultura

Turate, biblioteca più ricca grazie ai fondi regionali e statali

dalla Regione sono arrivati 4900 euro, mentre dal Governo oltre 9mila per la biblioteca civica, grazie all’accesso ai fondi destinati alla promozione della lettura.

Turate, biblioteca più ricca grazie ai fondi regionali e statali
Cultura Comasca, 31 Dicembre 2021 ore 11:34

Turate, dalla Regione sono arrivati 4900 euro, mentre dal Governo oltre 9mila per la biblioteca civica, grazie all’accesso ai fondi destinati alla promozione della lettura.

Turate, biblioteca più ricca grazie ai fondi regionali e statali

Per quanto riguarda il primo finanziamento, sono già in corso di svolgimento ben 21 interventi di promozione della lettura nella biblioteca di via Tinelli, in favore di tutte le classi della scuola primaria del nostro territorio. Oltre a questa iniziativa, anche per il 2021, il Ministero della Cultura ha erogato in favore del Comune un contributo superiore a 9mila euro per l'acquisto di libri e nuovi contenuti bibliotecari.  Il patrimonio biblioteca è stato dunque incrementato con 557 nuovi volumi e 102 nuovi dvd e nuovi e-book, superando complessivamente i 20mila volumi.

"Abbiamo riaperto la biblioteca in sicurezza"

Ma non sono finite qui le novità positive per la biblioteca, come confermato dall’assessore alla Cultura, Loris Guzzetti: «Abbiamo finalmente riaperto la biblioteca in sicurezza, grazie anche al grande contributo del Gruppo Radio che presta servizio per il corretto controllo degli accessi in questo delicato periodo pandemico. Abbiamo poi completato i lavori di adeguamento alle normative antincendio nella parte superiore e la ristrutturazione del bagno presente in biblioteca. Sono stati poi acquistati nuovi elementi di arredo che migliorano e arricchiscono questo importante luogo della cultura del nostro territorio. In particolare, abbiamo deciso di iniziare ad investire nelle aule studio con nuove postazioni a disposizione di tutta la cittadinanza».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter