Cultura
Tradate

«Tradate Expo-Art 2022», taglio del nastro in villa Truffini con Anteas Tradate

 33 artisti metteranno in mostra nel weekend le opere frutto di ingegno, creatività e spiccata vena artistica. L'inaugurazione sabato mattina alle 9.30 alla presenza di volontari e autorità

«Tradate Expo-Art 2022», taglio del nastro in villa Truffini con Anteas Tradate
Cultura Tradate, 14 Maggio 2022 ore 08:30

 

La prima rassegna di "Tradate Expo-Art 2022" di Anteas Tradate sarà inaugurata sabato mattina in villa Truffini e l'esposizione di opere artistico- artigianali realizzate dagli associati rimarrà allestita per tutto il weekend.

 

«Tradate Expo-Art 2022» in Truffini

Un week-end all'insegna dell'arte e dell'artigianato. E' quanto propone per questo fine settimana, domani, sabato, e domenica, la sezione tradatese dell'Associazione Tutte le Età Attive per la Solidarietà. «Tradate Expo-Art 2022», questo il nome della manifestazione, sarà un ritorno sotto una nuova veste della rassegna artistico-artigianale organizzata da Anteas, con il patrocinio del Comune di Tradate e la collaborazione di Cisl Pensionati e Fnp Cisl, in Villa Truffini. Qui sarà quindi possibile ammirare, tra le 9 e le 19 di entrambi i giorni, una mostra realizzata con i manufatti di hobbisti, creativi ed artigiani di Tradate e dintorni e soci di Anteas «per valorizzare il loro talento», commenta Luigino Liut referente locale che sarà presente all'inaugurazione al fianco del presidente varesino Sabino Famiglietti, dei volontari, degli "angeli del trasporto" che da anni garantiscono il trasporto dei pazienti nelle strutture sanitarie  degli associati .
Oggetti d’arte o di utilità, quadri, ceramiche, opere in vetro, legno e molto altro ancora: è questo quanto potrete trovare alla prima Expo-Art tradatese che si propone di tornare ad essere un evento fisso nel calendario degli eventi tradatesi. Già in passato Anteas organizzava un evento artistico ma sotto forma di concorso fotografico.

Il gruppo dei volontari di Anteas Tradate

Progetto futuro: ripristinare la collaborazione con studenti e centri anziani

Anteas vuole andare oltre e dal prossimo anno prevede di ripristinare la fattiva collaborazione con gli istituti professionali e i centri anziani (insieme ad Unitre e al Comune) per uno scambio generazionale in un progetto digitale.

 

Due generazioni molto distanti si sono incontrate per condividere le proprie conoscenze. Era nato così il progetto  durante il quale "gli studenti si sono trasformati in insegnanti, per mettere le loro conoscenze digitali al servizio degli ospiti delle Rsa, con l’obiettivo di semplificare e migliorare il loro utilizzo degli strumenti digitali. - illustra Liut -

Partendo dalle attività più semplici, come l’accensione del tablet, i ragazzi hanno insegnato agli anziani come utilizzare le applicazioni più utili per la loro vita quotidiana o imparare a fare le fotografie. Il progetto era piaciuto e aveva riscosso grande successo per questo vorremmo rispolverarlo e potenziarlo". Una testimonianza sulla possibilità di creare un dialogo intergenerazionale attivo che sia un’occasione di arricchimento personale per ragazzi e anziani.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter