Curiosità

Sindaco vieta i gruppi WhatsApp delle mamme, ma è una finta

Ha pubblicato sui social una finta ordinanza che ha riscosso apprezzamenti e severe critiche; è successo a Lavena Ponte Tresa (Varese).

Sindaco vieta i gruppi WhatsApp delle mamme, ma è una finta
Varese, 05 Settembre 2020 ore 16:25

Massimo Mastromarino, sindaco di Lavena Ponte Tresa (Varese), ha pubblicato sui canali social un’ordinanza per vietare i gruppi WhatsApp delle mamme in vista della ripartenza dell’anno scolastico. Era però solo uno scherzo e, nel giro di poco tempo, sono piovuti commenti di ogni tipo.

Sindaco vieta i gruppi WhatsApp delle mamme, ma è una finta

L’ordinanza vieta “alle mamme, zie e nonne il divieto di utilizzo degli attuali gruppi nonché il divieto assoluto di creare nuovi cosiddetti ‘gruppi mamme’ o analoghi”, pena “il sequestro dello smartphone e la sospensione dell’account Whatsapp fino al termine dell’anno scolastico”. Il testo, costruito ad arte ai fini provocatori, non è ovviamente passato inosservato nel bene e nel male. Insieme ai commenti entusiasti di una serie di concittadini, anche loro contrari all’uso eccessivo di tali gruppi WhatsApp, sono apparse critiche nei confronti del primo cittadino, accusato di avere avuto un’idea di pessimo gusto.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia