Menu
Cerca
Tradate

Primo giorno di Ramadan. L’associazione Aicss di Tradate: “Auguro un mese di pace, serenità e preghiera”

All'alba della celebrazione del mese sacro dei mussulmani, la presidente dell'associazione rivolge un augurio ai suoi soci e all'intera comunità tradatese: "Per superare con una reciproca collaborazione questo difficile periodo pandemico"

Primo giorno di Ramadan. L’associazione Aicss di Tradate: “Auguro un mese di pace, serenità e preghiera”
Cultura Tradate, 13 Aprile 2021 ore 11:30

 

 

Abdelaziz Chair e Abdelaati Derkaoui, presidenti della Aicss di Tradate augurano a tutti i soci dell’associazione ( con sede in via Damiano Chiesa)  “Un periodo di pace, serenità e preghiera”. Oggi martedì 12 aprile ha inizio il Ramadan

Oggi primo giorno di Ramadan

Causa Covid, come già il Natale e la Pasqua dei cristiani, anche il Ramadan 2021 sarà vissuto in maniera molto particolare dai mussulmani. Il Ramadan, il mese consacrato al digiuno e alla  preghiera dei  fedeli dell’Islam che celebra la prima rivelazione del Corano a Muhammad, Maometto, quest’anno inizierà martedì 13 aprile per finire il 12 maggio. Il digiuno è uno di pilastri dell’Islam: durante il Ramadan, dall’alba al tramonto, i fedeli mussulmani non mangiano, non bevono, non fumano, non fanno sesso e si astengono da rabbia, litigi e da tutto ciò che allontana da Dio. Soprattutto durante questo mese, è richiesta ai fedeli una maggior pratica religiose. Alla fine del periodo sacro, i fedeli festeggiano. Anche  quest’anno le circostanze impediranno di vivere la dimensione sociale del Ramadan per la seconda volta. La festa sarà  confinata nelle proprie case per vivere la dimensione spirituale insieme alle persone più vicine.

L’augurio della presidenza dell’associazione Icss

 

Abdelaziz Chair e Abdelaati Derkaoui, presidente dell’associazione Aicss di Tradate all’inizio  del sacro mese di Ramadan

“Intendiamo porgere a tutti i soci gli auguri più fervidi per un periodo di pace, serenità e preghiera.

Estendiamo tale augurio anche all’intera comunità nella quale da tempo siamo integrati e viviamo, consapevoli che solo un profondo sentimento di pace e reciproca collaborazione potrà aiutare tutti quanti a superare il difficile momento nel quale versiamo. Ramadan Moubarak ….ad maiora et meliora!”