Menu
Cerca
Lonate Ceppino

Il Covid non ferma la musica dell’Accademia musicale lonatese

Continuano con successo le lezioni a distanza dei musicisti della Verdi

Il Covid non ferma la musica dell’Accademia musicale lonatese
Cultura Tradate, 05 Aprile 2021 ore 14:45

Chi fermerà la musica? Di certo, non il Covid. I docenti e alunni dell’Accademia musicale Verdi di Lonate continuano le lezioni a distanza. «Non sono da sottovalutare le funzioni sociali, comunicative e, per così dire, di scarico emotivo, della musica”, precisa il direttore della Verdi.

Il Covid non ferma la musica

Nemmeno la pandemia può fermare la forza della musica. Lo sanno bene i professori e gli alunni dell’Accademia Musicale lonatese Verdi, che continua con grande successo le lezioni a distanza. Canto, chitarra, pianoforte, batteria, basso e percussioni sono solo alcuni degli insegnamenti che compongono la ricchissima offerta educativa della scuola, che, nonostante le difficoltà e grazie all’impegno dell’amministrazione e di tutti i soci dell’associazione, non ha mai smesso di funzionare.

 “Da non sottovalutare la funzione sociale e comunicativa della musica”

Il direttore della Verdi, Alessandro Ferrari:

«Quasi tutti gli allievi  ci stanno seguendo con ottimi risultati in Dad. Nella brevissima finestra della zona gialla siamo riusciti a fare qualche lezione individuale in presenza, ma per riuscire a riformare dei gruppi, purtroppo, dovremo aspettare la flessione della curva dei contagi. Ad ogni modo, abbiamo ricevuto finora feedback positivi, soprattutto per il fatto che i nostri professori sono riusciti a escogitare una metodologia multimediale per avvicinarsi il più possibile agli studenti e a sfruttare appieno le potenzialità e i vantaggi del digitale, come la possibilità di condividere file e materiali e riprendere le lezioni in multicam». «Non sono da sottovalutare, infatti, le funzioni sociali, comunicative e, per così dire, di scarico emotivo, della musica che nell’economia di una giornata davanti al pc in casa possono davvero fare la differenza, soprattutto nei ragazzi».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli