Cultura
Evento

I Ballerini per Caso selezionati da un famoso coreografo americano

Su invito ufficiale del coreografo e ballerino statunitense Brain Bullard si sono esibiti al «Galà di Primavera».

I Ballerini per Caso selezionati da un famoso coreografo americano
Cultura Comasca, 29 Aprile 2022 ore 14:10

La scuola di danza «Ballerini x Caso Asd» si è esibita, su invito ufficiale del coreografo e ballerino statunitense Brain Bullard, al «Galà di Primavera», prestigiosa manifestazione tenutasi al Teatro di Broni (Pavia), che ha coinvolto eccellenze del mondo della danza italiana.

I Ballerini per Caso selezionati da un famoso coreografo

Nel corso del galà i «Ballerini per Caso», tra cui hanno sorpreso le piccolissime Greta, Laura e Camilla, hanno portato in scena alcune coreografie che avevano trionfato in un precedente concorso di danza nazionale.  «Siamo onorati dell'invito e dell'occasione che ci è stata concessa. Si è trattato di un confronto formativo e artistico di notevole importanza», commenta la direttrice artistica Roberta Ridolfo. Non sono però finite qui le soddisfazioni e le sfide per l’associazione: a seguito della chiusura pasquale, il prossimo appuntamento che coinvolgerà determinati gruppi, in special modo di danza moderna, classica e composizione coreografica, sarà domenica 1 maggio, con un'esibizione inserita nel palinsesto di un ampio festival organizzato dal «Centro ricerca teatrale» dell’Università Cattolica di Milano, presieduto dal professor Gaetano Oliva, docente universitario specializzato in arti espressivo, incentrato sul tema del connubio tra ambiente naturale e attività umane. Il festival si articolerà nell'arco di più settimane coinvolgendo differenti arti espressive in modo da veicolare il messaggio attraverso diversi mediatori. «Anche in questo caso la nostra scuola di danza si reputa estremamente onorata di essere stata invitata dal professore Oliva e di poter contribuire con la propria arte all'evento educativo. Si esibiranno varie ballerine soliste e andrà in scena, tra le varie coreografie, “Vita” del gruppo composizione», conclude Ridolfo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter