Cultura

Bukurosh mio nipote, sabato 17 al Tirinnanzi di Legnano

Una commedia brillante che insegna a vivere con spontaneità l’accettazione dell’altro e i cambiamenti.

Bukurosh mio nipote, sabato 17 al Tirinnanzi di Legnano
Cultura Alto Milanese, 12 Novembre 2018 ore 14:47

“Bukurosh mio nipote”, la commedia con Francesco Pannofino, andrà in scena sabato 17 novembre 2018 al Teatro Tirinnanzi di Legnano.

Bukurosh mio nipote, una commedia di Gianni Clementi

Un cast affiatato per una briosa commedia sulla quotidianità e i cambiamenti all’interno di una famiglia. Al
teatro Tirinnanzi, sabato 17 novembre alle 21, “Bukurosh mio nipote” è il gradito seguito della commedia “I
suoceri albanesi”, che tanto successo ha riscosso nella tournée in Italia. Tra battute e situazioni divertenti, la
nuova opera di Gianni Clementi affronta temi attuali della società contemporanea. Come quello della famiglia multietnica, dei pregiudizi, delle differenze culturali da coniugare, della fragilità dei giovani, delle relazioni sentimentali e della dipendenza dai social.

Lui, lei e la figlia

Ma chi è Bukurosh? Partiamo dall’inizio: c’è un “lui”, Lucio, Francesco Pannofino, consigliere comunale progressista in piena campagna elettorale e c’è una “lei”, Ginevra, Emanuela Rossi, titolare di un
ristorante di cucina molecolare. I due hanno anche una figlia Camilla, Elisabetta Clementi, ed oltre a loro ci sono: Corrado, un colonnello gay in pensione, Igli, un albanese con il più il fratello Lushan.

Un matrimonio riparatore

I genitori di Camilla, di soli 17 anni, scoprono che, poiché incinta, si è sposata con Lushan, diciottenne albanese, interpretato da Filippo Laganà. Ai problemi per il matrimonio riparatore si aggiungono le ansie per la campagna
elettorale, quelle del ristorante in crisi e i capricci di Ginevra, desiderosa di diventare una fashion blogger più
che una mamma. Dopo vari colpi di scena divertenti, sarà alla fine il bambino, che porterà il nome imposto per linea paterna, Bukurosh, a riunire tutti sotto più serene relazioni.

Pannofino nei panni del consigliere comunale progressista

Francesco Pannofino, attore che deve la sua popolarità al ruolo di doppiatore per George Clooney,  Antonio Banderas, Dustin Hoffman, Mickey Rourke. Da tempo è conosciuto e apprezzato come attore, a teatro, sul piccolo e sul grande schermo.

LEGGI ANCHE: MAISoli 2018, premiate anche Associazioni di Bollate, Legnano e Lainate

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter