Anacronurbex, a Varese una mostra fotografica sui fantasmi dell’architettura italiana

Un'esposizione fotografica alla scoperta dei "tesori dimenticati" e riscoperti da Basetti.

Anacronurbex, a Varese una mostra fotografica sui fantasmi dell’architettura italiana
Varese, 18 Gennaio 2020 ore 13:44

Ville abbandonate del Settecento, tenute agrarie secolati e fabbriche un tempo brulicanti di vita e lavoro e oggi abbandonate allo scorrere del tempo. A Varese apre stasera la mostra fotografica Anacronurbex.

Anacronurbex, alla scoperta di edifici abbandonati

Si scrive Urbex, si legge “esploratori urbani”. Appassionati di architettura o semplicemente curiosi,  temerari e non sempre “graditi”. Cercano ville, industrie, anche chiese abbandonate da secoli, “congelate” nel passato e ormai rimaste solo fantasmi di antichi splendori, vi entrano e fotografano. Una passione che da stasera alle 17, a Varese, diventa mostra fotografica grazie a Christian Basetti, artista milanese fine art appassaionato di luoghi abbandonati.

Appuntamento a Villa Veratti

L’inaugurazione della sua mostra, Anacronurbex, sarà stasera (sabato 18 gennaio) alle 17 in Villa Veratti a Varese. “Modelle” dell’esposizione che sarà aperta fino al 1 febbraio, ville decadenti settecentesche, tenute agrarie dell’Ottocento e fabbriche di inizio Novecento. Lo spettatore si troverà proiettato in fotografie di ambienti sfuggenti realizzate con un approccio quasi pittorico, dove un primo sguardo malinconico lascerà posto a una riscoperta nostalgica del bello che fu della tradizione architettonica italiana.

Immagini e musica

Inoltre all’interno dello spazio si terranno proiezioni relative ai luoghi abbandonati con accompagnamenti musicali per un’immersione totale nelle atmosfere di quel periodo. La sala Veratti, acquisita dal Comune di Varese nel 1986 dall’omonima famiglia, diviene inizialmente pubblica sala per riunioni, conferenze, piccole mostre d’arte e, in seguito, dopo il restauro risalente al 1992, sede di mostre ed esposizioni dei Musei Civici. Era il refettorio dell’ex Convento di Sant’Antonino, riccamente decorato da affreschi del pittore varesino Pietro Antonio Magatti.

Quando visitare la mostra

L’esposizione sarà aperta da stasera all’1 febbraio, in via Veratti 20. Ingresso gratuito, apertura dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 20.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE