Tradate in Frera

Alessandra Maineri: “Senza tempo di posa”

In Nepal dopo il terremoto. Incontro con l’autrice in Frera a Tradate tra racconti e fotografie.

Alessandra Maineri: “Senza tempo di posa”
Tradate, 10 Febbraio 2020 ore 23:24

 

 

Alessandra Maineri presenta alla biblioteca Frera il suo libro “Senza tempo di posa in Nepal dopo il terremoto” giovedì 13 febbraio alle 21.

Alessandra Maineri in Frera

 

Alessandra Maineri che vive a Gazzada con la sua famiglia, i suoi cani e i suoi gatti ha già pubblicato “In Tibet diario di un viaggio” sarà ospite in Frera per presentare il suo ultimo libro “Senza tempo di posa”.

Cosa narra

Due soggetti in questo libro. Due nature a interagire fra loro. Quella imperiosa del Nepal, gemma verde appuntata al mondo dai massicci più alti. E quella fragile di una donna ancorata a terra solo dal peso dello zaino. Un viaggio nelle spaccature, non ancora rimarginate, del terremoto che ha piagato una terra già impegnata in un consueto sopravvivere. Nelle città come sulle montagne. Un viaggio di piacere, dove piacere è incontro con le persone, condivisione, scambio. È donare. È accarezzare un volto e fare un lungo discorso con il semplice tocco della mano. La fatica del trekking non mira alle vette innevate, la bandiera è piantata nei villaggi sperduti che non compaiono sulle carte, nemmeno le più dettagliate. Luoghi scovati dal terremoto, ma irraggiungibili dagli aiuti. Eppure, lo stupore è sempre all’apice. Come scrive Tona Sironi nella Prefazione: “… è in questo ambiente, povero e sorridente, che Alessandra si trova a suo agio e riesce a trasmettere al lettore la magia di ciò che incontra”.

In Nepal: “Ci sono persone  a cui ti affezioni anche solo con uno sguardo”

Alessandra Maineri:
“Oltre la durezza della povertà assoluta, l’arretratezza, le condizioni di vita difficili, quando non sono disperate, oltre lo schiacciante senso di impotenza che, per forza, ti invade, ci sono una terra splendida e persone a cui ci si affeziona solo con uno sguardo. Basta lasciare il cuore libero di andare. Il rischio è solo quello di perderlo, come è successo a me. Tu lo richiami, gli dici che è ora di tornare, ma lui, il cuore, non sente. E se viene da te è solo per farti provare quanto brucia l’amore se lo tieni dentro e non lo dai agli altri“.