Violenze e maltrattamenti su moglie e figli per 10 anni: arrestato 35enne

Complici dell’uomo anche i nonni che obbligavano i nipoti a prendere a sassate la madre incinta.

Violenze e maltrattamenti su moglie e figli per 10 anni: arrestato 35enne
Cronaca Busto Arsizio, 28 Maggio 2018 ore 14:47

Violenze e maltrattamenti su moglie e figli, arrestato albanese di 35 anni.

Violenze e maltrattamenti su moglie e figli

Un 35enne albanese residente a Cassano Magnago è stato arrestato dai carabinieri in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Busto Arsizio per violenza  sessuale e maltrattamenti in famiglia. L’uomo è accusato di aver aggredito, minacciato di morte, insultato e privato della libertà la moglie, una connazionale, e di aver anche minacciato di uccidere e maltrattato i suoi stessi figli, con la complicità dei propri genitori per oltre dieci anni.

Un incubo lungo 10 anni

Secondo quanto ricostruito dalle indagini dei carabinieri di Busto Arsizio, i nonni avrebbero costretto i nipoti, in più occasioni, a colpire la loro madre a sassate, anche quando era incinta del suo ultimo figlio, tanto da mettere a rischio la stessa gravidanza. Per questo motivo la donna sarebbe finita per due volte al pronto soccorso. La donna non poteva uscire senza permesso, non riceveva denaro nemmeno per le minime spese, non poteva avere un telefonino ed era costretta a servire marito e suoceri in tutto e per tutto, subendo continuamente insulti, percosse, minacce e abusi sessuali anche davanti ai suoi bambini. Un incubo durato 10 lunghi anni. L’uomo era arrivato anche a minacciarla di uccidere i suoi stessi bambini per continuare ad avere potere su di lei.

La denuncia

E’ stato un conoscente della donna, a porre fine a tutto questo, convincendola a raccontare tutto ai Carabinieri. Il marito, arrestato, è stato rinchiuso nel carcere di Busto Arsizio. I genitori dell’uomo sono stati sottoposti al provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento a nuora e nipoti. La donna e i minori sono invece stati collocati presso una struttura protetta.

LEGGI ANCHE Incidente stradale in A26, auto contro barriere laterali FOTO oppure TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!