Menu
Cerca
Covid-19

Vaccini, AstraZeneca per tutti: cade il limite dei 65 anni

Una novità che potrebbe imporre un cambio di passo nella strategia vaccinale e un'accelerazione

Vaccini, AstraZeneca per tutti: cade il limite dei 65 anni
Cronaca Varese, 08 Marzo 2021 ore 15:27

Importante novità dal Ministero della Salute: firmato il via libera all’utilizzo di AstraZeneca anche per i soggetti over 65.

Vaccini, AstraZeneca per tutti

Chissà che ora le scorte accumulate nei magazzini di numerose regioni, tra cui la Lombardia, non vengano finalmente utilizzate a fondo: il Ministero della Salute ha approvato infatti la somministrazione del vaccino AstraZeneca a tutti i soggetti che non presentano patologie particolari che li rendono vulnerabili, senza più limiti d’età.

La prima conseguenza che è lecito aspettarsi ora è dunque un accelerazione delle somministrazioni, in particolare tra gli over 80, che fino ad ora dovevano fare i conti con la scarsità di dosi di Pfizer e Moderna.

Come spiegato dal Ministro Roberto Speranza, gli ultimi dati sul vaccino AstraZeneca, provenienti soprattutto da Gran Bretagna e Israele, confermerebbero l’efficacia e la sicurezza di questo vaccino anche per gli over 65, per i quali “è in grado d’indurre significativa protezione sia dallo sviluppo di patologia indotta da Sars-Cov-2, sia dalle forme gravi o addirittura fatali di Covid-19”.

Cosa potrebbe cambiare

Con AstraZeneca a disposizione per tutti, burocrazie permettendo, si potrebbe veder anticipare l’inizio della fase di somministrazione massiva: infatti agli ospedali (e ai vaccini Pfizer e Moderna) potrebbero esser mandati solo quei cittadini rientranti nella categoria degli “estremamente vulnerabili” a causa di patologie pregresse mentre tutti gli altri, sempre secondo gradi di priorità, potrebbero ricevere la dose nei centri più e meno massivi che si punta a realizzare sui territori anche per sgravare le strutture ospedaliere da un forte e continuo afflusso di vaccinandi.