Video

Un video per rilanciare la raccolta fondi “Contagiati dalla solidarietà” di infermieri e Fondazione Comunitaria

I fondi saranno destinati a tre progetti selezionati dalla Fondazione a sostegno dei più vulnerabili

Cronaca Varese, 14 Gennaio 2021 ore 09:10

Lanciata a luglio, continua con il nuovo anno la raccolta fondi “Contagiati dalla solidarietà” ideata da Opi Varese (Ordine delle Professioni Infermieristiche) col supporto di Fondazione Comunitaria del Varesotto.

“Contagiati dalla Solidarietà” continua

Una raccolta fondi in favore  delle persone più fragili del territorio che pagano il prezzo più alto della pandemia e delle restrizioni. L’iniziativa nata a luglio continua anche nel 2021, con un’emergenza e una crisi che continuano a mordere, per fare ancora più del bene,

Tre progetti

Opi aveva da subito diffuso la raccolta fra i suoi iscritti, gli infermieri che sono i protagonisti della lotta al coronavirus, e si era affidata a Fondazione Comunitaria del Varesotto per l’indicazione dei progetti da sostenere con i fondi raccolti. Se ne individuarono tre tra quelli che avevano ricevuto un contributo a copertura parziale dei costi, dal Fondo “Insieme per Varese” creato dalla Fondazione per dare
supporto alle associazioni ed enti del Terzo Settore della Provincia di Varese impegnati a sostenere i più vulnerabili.

  • Smart Therapy di SOMSArt di Comerio (VA)

SOMSArt gestisce un centro diurno per persone con disagio psichico e opera attraverso una metodica terapeutica basata su arte e cultura. Il progetto Smart Therapy intende sviluppare una rete di assistenza a distanza promuovendo attività artistiche, socioculturali e riabilitative. Nello specifico vengono proposti alle persone con disagio psichico laboratori di lettura, musicoterapia e arteterapia presso la loro abitazione. Le donazioni raccolte serviranno per i materiale di consumo e per fornire a ciascun utente un tablet.

  • Vicini nell’emergenza del “Centro aiuto alla vita” di Cassano Magnago (VA)

A causa della crisi economica seguita alla pandemia, il numero di famiglie a rischio di esclusione sociale o con problematiche economiche legate alla gestione di uno o più figli (nella fascia 0 – 36 mesi) è aumentato, così come le richieste di fornitura di generi alimentari
per l’infanzia e di pannolini e salviettine. Il Centro Aiuto alla vita con il progetto VICINI NELL’EMERGENZA provvederà ad acquistare un volume maggiore di alimenti e di pannolini per i bambini e al tempo stesso doterà i volontari di dispositivi di protezione individuale.

  • Una spesa per ricominciare della Società di San Vincenzo De Paoli – Consiglio Centrale di Varese

Accanto all’emergenza sanitaria vi è quella sociale: in mancanza di lavoro, la fascia delle persone più vulnerabili e delle famiglie travolte dalla crisi è drammaticamente più ampia, per questo Società di San Vincenzo De Paoli – Consiglio Centrale di Varese (Varese) grazie al
progetto “Una spesa per ricominciare” in collaborazione con le 14 conferenze distribuite sul territorio provinciale, incrementa il servizio di aiuto alle famiglie con la consegna di Buoni Spesa da usare nei maggiori supermercati della zona; inoltre un aiuto va alle famiglie in
difficoltà nel pagamento di affitti, bollette e rate mutui.

CLICCA QUI PER PARTECIPARE ALLARACCOLTA

Un video per rilanciare la campagna

Angela, Alessandra, Aurelio, Alberto, Katia e Marco  sono tutti infermieri e tutti hanno deciso di “metterci la faccia” per sostenere la raccolta fondi “Contagiati dalla solidarietà”. È nato così il video “dono perché”, due minuti per spiegare il progetto, ma anche per testimoniare l’impegno personale di chi, in questi mesi, è stato in prima linea senza dimenticare però che, accanto alla sofferenza fisica, la pandemia sta comportando per molti anche una sofferenza economica e un aumento delle fragilità.

TORNA ALLA HOME

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità