Varese

Trovato con 100 dosi di cocaina, preso uno dei principali fornitori del centro

In casa nella cassaforte sono stati trovati altra cocaina, 40 grammi di hashish e 14mila euro in contanti

Trovato con 100 dosi di cocaina, preso uno dei principali fornitori del centro
Cronaca Varese, 03 Luglio 2021 ore 10:05

E' stato arrestato nel tardo pomeriggio di martedì un italiano di 40 anni ritenuto essere uno tra i principali fornitori di cocaina della movida varesina. Gli agenti della Squadra Mobile - Sezione Antidroga lo hanno trovato con 100 dosi di cocaina e 40 grammi di hashish in casa, pronte alla vendita.

A spasso per il centro con le dosi di cocaina

Da giorni il personale dell'Antidroga ricevevano segnalazioni circa l'uomo. Uno dei principali fornitori di cocaina del centro, e della sua movida, sarebbe stato un pregiudicato italiano che sarebbe stato solito passeggiare tra i locali del centro con un cagnolino, "segno distintivo" per farsi riconoscere dai clienti.

Gli agenti hanno messo quindi in campo alcuni servizi di osservazione riuscendo a individuare l'uomo, già conosciuto per i suoi precedenti specifici, trovando conferma di quando raccontato dalle segnalazioni. Si aggirava tra i locali del centro, accompagnato dal suo cagnolino, rendendo impossibile un pedinamento.

Intercettato all'inizio del "giro"

Il controllo è scattato quindi martedì pomeriggio nei pressi della sua abitazione. Nonostante la tranquillità davanti agli agenti avrebbe fornito delle "impercettibili ma fondamentali indicazioni" che avesse con sè qualcosa di illegale. La perquisizione personale ha permesso di trovargli nascosti nelle parti intime due scatolette di metallo per caramelle con una quindicina di dosi di cocaina.

Il ritrovamento ha fatto scattare la perquisizione domiciliare. In una cassaforte è stata dunque trovata altra polvere bianca per un totale di 50 grammi di cocaina, già divisi in 100 dosi pronte alla vendita , e con questa circa 40 grammi di hashish, oltre a materiale per la pesatura e il confezionamento e a 14mila euro ritenuti proventi dello spaccio.

Arrestato, ora si cerca il suo fornitore

Il 40enne, G.F., è stato quindi tratto in arresto e su disposizione del PM di turno associato presso la locale Casa Circondariale dove nella mattinata del 1 luglio ha sostenuto l’interrogatorio di garanzia innanzi al GIP che ha convalidato l’arresto, disponendo la misura degli arresti domiciliari. Sono in corso accertamenti finalizzati ad identificare clienti e fornitori dell’uomo.