Cronaca
Saronno

"Trasparenza e Partecipazione: un miraggio per la giunta Airoldi"

L'attacco dopo la decisione di escludere la minoranza dalla gestione della Focris

"Trasparenza e Partecipazione: un miraggio per la giunta Airoldi"
Cronaca Saronno, 19 Novembre 2021 ore 10:00

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del consigliere della Lega di Saronno Raffaele Fagioli.

"Trasparenza e Partecipazione: un miraggio per la giunta Airoldi"

Bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare.

Sicuramente i conti di questo bilancio sono in ordine, visto che sono stati redatti dagli uffici secondo le normative vigenti e validate dai revisori dei conti.

Bisogna però approfondire due punti entrando nel merito della questione politica: in occasione della precedente approvazione del bilancio consolidato, quella del 30 Novembre 2020, si ricordano interventi di consiglieri comunali dell’attuale maggioranza, che esprimevano pesanti critiche riguardo l’assenza nelle voci di bilancio della Focris e del Guditta Pasta, adducendo a questa assenza una mancanza di trasparenza e di condivisione con la città.

Argomenti tra l’altro utilizzati in maniera molto diretta durante la campagna elettorale, con allusioni a una mancanza di trasparenza grave da parte dell’allora giunta leghista. Peccato che a oggi nulla è cambiato: dopo un anno dall’insediamento dell’attuale maggioranza, Focris e Giuditta Pasta risultano assenti dal bilancio. Con un aggravante ulteriore: nel CdA di Focris non risulta nessun rappresentante della minoranza.

Sin dalla sua fondazione, con sindaco Gilli, si è sempre osservata la buona consuetudine di chiedere un nominativo alla minoranza da inserire nel consiglio di amministrazione, proprio per incentivare trasparenza e partecipazione. Tutto questo a oggi non c’è.

Quindi in buona sostanza, dopo anni ad aver criticato la decisione di Fagioli di escludere Focris e Teatro dal bilancio di consolidamento, dopo aver cavalcato in campagna elettorale temi di etica politica come la Trasparenza e la Partecipazione, dopo aver pontificato in consiglio comunale, di fatto il bilancio resta come previsto dal Sindaco Fagioli, e la gestione molto meno trasparente togliendo alla minoranza una rappresentanza in Focris.

Quale scusa accamperanno i sedicenti democratici?