Cronaca
Busto Arsizio

Tentato furto di biciclette, fermati due sedicenni e un tredicenne

I tre si erano allontanati dalla comunità dove sono ospiti. Denunciati i due maggiori

Tentato furto di biciclette, fermati due sedicenni e un tredicenne
Cronaca Busto Arsizio, 27 Ottobre 2021 ore 16:02

Domenica scorsa la Polizia di Stato di Busto Arsizio ha individuato e denunciato in stato di libertà due giovani sedicenni per tentato furto aggravato in concorso perché avevano tentato di rubare delle biciclette all’esterno della stazione delle Ferrovie Nord.

Tentato furto di biciclette in stazione a Busto, due sedicenni denunciati

Mancava poco alla mezzanotte di domenica quando è giunta una telefonata al Commissariato di Busto Arsizio con la quale veniva riferito che tre giovani stavano cercando di rubare delle biciclette assicurate alle apposite rastrelliere all’esterno della stazione delle Ferrovie Nord.

Prontamente la pattuglia ha raggiunto il luogo indicato notando una prima bicicletta elettrica rimossa dalla rastrelliera e gettata a terra a poca distanza con ancora il blocco delle ruote inserite. Lì vicino, una seconda bicicletta mountain bike appoggiata alla rastrelliera, presentava la catena già spezzata di netto.

La ricerca degli autori del tentato furto, sommariamente descritti nella precedente telefonata, ha permesso nell’arco di pochi minuti di rintracciare tre giovani che si stavano allontanando dalla stazione.

Minorenni fuggiti dalla comunità

Alla vista dei poliziotti i tre ragazzi hanno tentato la fuga, bloccandosi non appena gli è stato intimato di fermarsi. I tre si sono infine rivelati per due sedicenni e un tredicenne: il più piccolo e uno dei sedicenni si erano allontanati qualche ora prima dalla comunità che li ospita, eludendo i controlli degli educatori, per unirsi all’altro sedicenne e dedicarsi poi al furto delle biciclette lasciate legate all’esterno stazione. Il sedicenne aveva tra l’altro ancora addosso la pinza utilizzata per tagliare la catena.

I tre minori sono stati accompagnati in Commissariato e riaffidati il primo al padre, il quale era all’oscuro dell’attività del figlio e della sua presenza in stazione in piena notte, mentre gli altri due alla comunità che attualmente li ospita.

Tuttavia solo per i due sedicenni è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di tentato furto aggravato in concorso, conseguenza evitata dal terzo giovanissimo in quanto minore di anni 14 e pertanto non ancora imputabile.